Eventi | 27 settembre 2021, 16:00

Conto alla rovescia per la Festa della Bagna Caoda a Faule (VIDEO)

Dal 7 al 12 ottobre. Il 16° “Fujot d'oro” verrà assegnato all'assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Icardi. L'evento è stato presentato nella sede ATL del Cuneese

Conto alla rovescia per la Festa della Bagna Caoda a Faule (VIDEO)

Tutto pronto a Faule per la 25^ edizione della Festa della Bagna Caoda che si terrà dal 7 al 12 ottobre.

Il ricco programma è stato presentato venerdì 24 settembre nella sede dell'Atl del Cuneese.

Si comincia giovedì 7 ottobre alle 18,30 con l'inaugurazione e la presentazione dell'opuscolo “Dalle origini della bagna caoda alla bagna caoda di Faule “ redatto da Luca Nardi, membro della confraternita. Nel corso dell'inaugurazione verrà assegnato il 16° “Fujot d'oro” all'assessore alla Sanità della Regione Piemonte Luigi Icardi.

Sabato 9 ottobre alle 16 si terrà la passeggiata naturalistica nel parco del Monviso organizzata con l'Ente Parco.

Domenica 10 ottobre Poste Italiane dedicherà un annullo filatelico a questa edizione e i turisti potranno visitare la Chiesa di San Rocco, messa a disposizione grazie al progetto “Restitussion/Restituzione” dell'Associazione Octavia – Terre di Mezzo.

Il neo presidente della Pro Loco Danilo Fenoglio: “La festa sarà in forma ridotta a causa della pandemia, ma abbiamo voluto comunque farla. Ricordiamo che la nostra bagna caoda è speciale e raccoglie elementi di tutto il territorio piemontese, dalle acciughe della val Maira, al peperone di Carmagnola, fino all'aglio di Caraglio e al porro di Cervere”

“Quando nell'aria si sente il profumo della bagna caoda vuol proprio dire che è arrivato l'autunno – commenta il direttore ATL Daniela Salvestrin -. E' un piatto prelibato amato da tutti i piemontesi. Nemmeno l'anno scorso, in piena pandemia, questo evento si è fermato. Diamo un segnale al coraggio di questa amministrazione e della Pro Loco. Andiamoli a trovare anche quest'anno”.


Cristina Mazzariello

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium