/ Cronaca

Cronaca | 05 ottobre 2021, 11:30

Inchiesta Teatro Regio, due patteggiamenti e rinvio a giudizio per un corista

Per l'accusa Roberto Guenno avrebbe favorito la nomina del sovrintendente Graziosi. Prima udienza il 10 novembre 2022

teatro regio - foto di archivio

Inchiesta Teatro Regio, due patteggiamenti e rinvio a giudizio per un corista

Ci sarà uno processo a Torino per questioni collegate alla nomina di William Graziosi a sovrintendente del Teatro Regio.

Il gup Stefano Sala ha rinviato a giudizio Roberto Guenno, un corista che, secondo la procura, sfruttando le proprie conoscenze all'interno del Movimento 5 Stelle e le relazioni con la sindaca Chiara Appendino, sarebbe riuscito a favorire la nomina di Graziosi ottenendo in cambio una promozione.

L'appuntamento in aula è per il 10 novembre 2022. Oggi al termine dell'udienza preliminare gli imprenditori Priscilla Alessandrini e Andrea Paolo Maulini, chiamati in causa per un'altra vicenda, hanno patteggiato rispettivamente 6 e 12 mesi di reclusione.

Per Graziosi, così come per Alessandro Ariosi, manager di celebrità nel mondo della musica sinfonica, è stato disposto il trasferimento del fascicolo all'autorità giudiziaria di Ancona per ragioni di competenza territoriale.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium