Politica - 18 ottobre 2021, 15:48

Ballottaggio, cala ancora l'affluenza: poco più del 42% dei torinesi ha scelto tra Lo Russo e Damilano. Crollo nelle periferie

La partecipazione è scesa anche rispetto al primo turno, quando si registrò il 48,08%

urne elettorali

Affluenza ancora in calo, a Torino, per il ballottaggio tra Lo Russo e Damilano

Poco più di quattro torinesi su dieci. È del 42,13% il risultato dell'affluenza a Torino per il ballottaggio, con la cittadinanza chiamata a scegliere tra Stefano Lo Russo (centrosinistra) e Paolo Damilano (centrodestra).

Un dato ancora in calo, rispetto a un primo turno che già aveva mostrato una forte disaffezione (48,08% dei votanti, rispetto a un 73,22% delle elezioni Politiche del 2018. Poca la differenza tra uomini e donne: 42,43% contro 41,86% confermando sostanzialmente le differenze del primo turno.

Le periferie hanno disertato

Particolarmente evidente il calo nelle periferie, che erano le zone della città con la lente d'ingrandimento puntata sul comportamento elettorale: proprio la circoscrizione 5 e la 6 sono quelle che hanno visto meno aventi diritto depositare la scheda nell'urna. Borgo Vittoria-Lucento-Vallette scende al 35,66% mentre Barriera di Milano e Falchera si collocano poco sopra: 35,86%. Il risultato del primo turno, rispettivamente, era stato 42,91% e 43,46%. Una vera debacle.Le due aree che hanno invece visto più persone recarsi al voto sono state la circoscrizione 8 e la 1: nella zona che comprende San Salvario e Lingotto, oltre a Nizza Millefonti e Borgo Filadelfia si è arrivati al 45,22%, mentre al primo turno si era arrivati al 50,69. Centro e Crocetta invece hanno visto partecipare il 47,49% dei votanti, comunque in calo rispetto al 51,44% del primo turno.

 

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU