/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 19 ottobre 2021, 18:38

Oltre 4mila firme contro l’inceneritore della Kastamonu

Il gruppo Frossasco Ambiente ha consegnato ieri le firme in Comune

L’area ex Annovati dall’alto

L’area ex Annovati dall’alto

Sono oltre 4.000 le firme consegnate ieri in Comune a Frossasco, contro l’inceneritore che la Kastamonu vuole aprire nell’area dell’ex Annovati di via Piscina, per bruciare scarti di lavorazione.

Le firme sono state consegnate dal gruppo Frossasco Ambiente: 876 sono di residenti in paese e oltre 3.500 di abitanti dei Comuni vicini.

Ieri la minoranza di Vivere Frossasco voleva portare la questione in Consiglio comunale, chiedendo di deliberare sulla questione per “convocare un dibattito pubblico aperto alla cittadinanza; attivare un tavolo di lavoro fra le Amministrazioni e associazioni del territorio per valutare di collaborare in merito a strategie e osservazioni finalizzate alla partecipazione alla conferenza dei servizi e predisporre delibera consiliare per formalizzare impegno a non effettuare o acconsentire a varianti al piano regolatore comunale”. Richieste contenute nella petizione e che verranno discusse in una seduta che si terrà nei prossimi giorni, visto che c’è stato un rinvio per ragioni burocratiche.

Nei giorni scorsi è anche uscita la lettera aperta dell’ex sindaco Franco Cuccolo che si è rivolto all’attuale primo cittadino Federico Comba, invitandolo a “essere il sindaco che ascolta la sua gente e che quindi chieda fermamente che vengano rispettate da tutti, amministratori e tecnici, le normative vigenti che anche Kastamonu doveva conoscere prima di comprare e di presentare il progetto. Facciamo in modo che nessuno si permetta di passare sopra le nostre teste”.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium