/ Politica

Politica | 19 ottobre 2021, 17:02

Lo Russo e la Lega d'accordo sulla Tav: "Torino rientrerà nell'Osservatorio"

Ricca e Maccanti del Carroccio: "Tra le opere compensative della Torino-Lione anche parte dell’SFM5, che collegherà Torino Stura al San Luigi di Orbassano"

lavori torino-lione (foto d'archivio)

Lo Russo e la Lega d'accordo sulla Tav: "Torino rientrerà nell'Osservatorio"

Stefano Lo Russo e la Lega d'accordo affinché Torino rientri nell'Osservatorio per la Tav, dal quale era uscita nel dicembre 2016 con il voto della maggioranza M5S di Appendino. Oggi il nuovo sindaco ha ribadito la volontà che la Città torni a far parte dell'organo istituito dal Consiglio dei Ministri per accompagnare la realizzazione della Torino-Lione. 

Proprio sul tema si sono appellati a lui  i neo consiglieri del Carroccio Elena Maccanti e Fabrizio Ricca che, riconoscendo a Lo Russo di essere da sempre a favore dell'opera, si impegni affinché "il Comune di Torino ritorni all’interno dell’Osservatorio. Su questo tema - continuano i due esponenti leghisti - è già stato perso molto tempo da parte della vecchia giunta".

"Aggiungiamo - proseguono - che si tratta di un passaggio fondamentale perché ricordiamo che tra le opere compensative collegate alla Tav rientrerebbe anche parte dell’SFM5 , il sistema ferroviario metropolitano che consentirebbe di collegare Torino Stura al San Luigi di Orbassano, realizzando un collegamento ferroviario metropolitano che consentirebbe di andare da Orbassano al centro di Torino in solo 15 minuti".

"Ha fatto bene Lo Russo a dire che Torino rientrerà nell’Osservatorio ma è il minimo sindacale. Ci vuole altro per recuperare il tanto tempo perduto in questi anni: occorre puntare alla Tav Valley e coinvolgere i Comuni con maggiori compensazioni ma anche con decisioni a maggioranza", ha dichiarato l'ex sottosegretario ai Trasporti Mino Giachino, che alle recenti elezioni amministrative ha sostenuto Paolo Damilano. "Con Lo Russo il cambio di passo è già concreto ed immediato. L'annuncio sul rientro del Comune di Torino nell'Osservatorio sulla Tav ridà credibilità all'amministrazione sul piano europeo ed internazionale": è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputata torinese di Italia Viva.

D'accordo anche Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti di Montecitorio. "Con il rientro di Torino nell'Osservatorio Tav, annunciato dal sindaco Lo Russo, il comune potrà finalmente assumere un ruolo guida per la realizzazione di una infrastrutture fondamentale a livello nazionale e recuperare prestigio e peso decisionale persi a causa delle precedente amministrazione".

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium