Cronaca - 22 ottobre 2021, 13:13

Palloncini blu in piazza Castello: UIL rilancia la battaglia contro le morti sul lavoro

Cortese: "Da inizio anno 80 vittime in Piemonte, di cui 32 a Torino. È inaccettabile per un Paese civile"

Palloncini blu in piazza Castello: UIL rilancia la battaglia contro le morti sul lavoro

Palloncini blu in piazza Castello, per rilanciare i temi dell'occupazione e soprattutto la lotta contro le morti sul lavoro. Fa tappa a Torino il tour nazionale della UIL, un'iniziativa che vuole riavvicinare il sindacato alla gente, ma anche sottolineare le priorità di un momento così difficile. E confuso.

"Abbiamo portato a Torino questo tour che andrà in 27 piazze d'Italia, domani sarà ad Alessandria e poi in Lombardia e così via per incontrare le persone e presentare le nostre idee e i nostri servizi - dice Gianni Cortese, segretario torinese di UIL - e per rilanciare la campagna Zero Morti sul lavoro. È in corso una strage e questo non è degno di un Paese civile. Abbiamo già chiesto al Governo e al presidente Draghi una cabina di regia che coinvolga tutti i ministri, perché è un problema trasversale".

TERRENO DA RECUPERARE

"Bisogna recuperare quanto di negativo è stato fatto in questi anni in termini di controlli, di personale che faccia ispezioni e di repressione - prosegue - ma anche rafforzare le banche dati. Serve un sistema che premi chi rispetta le regole e che imponga sanzioni corpose per chi sottovaluta il tema, magari per recuperare quanto perso durante la pandemia".

NUMERI "INDEGNI DI UN PAESE CIVILE"

Il Piemonte non si discosta da quella nazionale. Nei primi 9 mesi dell'anno ci sono stati 80 morti sul lavoro, di cui 32 a Torino e provincia. "Alcune sono malattie professionali, ma una media quotidiana intollerabile - conclude Cortese -. Noi ci impegniamo con i nostri rappresentanti aziendali, dove ci sono. Oppure puntando sui responsabili di territorio".

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU