/ Moncalieri

Moncalieri | 22 ottobre 2021, 07:32

Il Moncalieri Jazz Festival torna in presenza e dedica l'edizione 2021 ad Astor Piazzola e Fred Buscaglione

Appuntamento dal 30 ottobre al 14 novembre. Il direttore artistico Ugo Viola: "Con Green Jazz Day un concerto ad impatto zero. Celebreremo i 700 anni dalla morte di Dante e Gegè Telesforo sarà uno dei super ospiti"

presentazione MJF 2021

Il MJF torna in presenza e dedica l'edizione 2021 ad Astor Piazzola e Fred Buscaglione

"Ci riprendiamo i concerti e il pubblico. Si torna in presenza proprio nei giorni in cui, un anno fa a quest'epoca, ci chiudevano, costringendoci ad un'edizione tutta in streaming". E' evidente la soddisfazione del maestro Ugo Viola nell'annunciare il ritorno del pubblico per il Moncalieri Jazz Festival 2021, in programma dal 30 ottobre al 14 novembre.

Aspettando il Festival e MJF

La manifestazione, che l'anno prossimo celebrerà i suoi primi 25 anni, è un evento che ormai travalica i confini cittadini, essendo diventato appuntamento di richiamo nazionale, con ospiti in arrivo anche dall'estero. Il direttore artistico ha sottolineato come sarà confermata la formula dei due filoni: Aspettando Il Festival e il MJF vero e proprio. "Per dare un tocco di novità, non ci sarà più La Notte Nera del Jazz a dare l'inizio", ha aggiunto Ugo Viola, "bensì il Green Jazz Day, con un concerto ad impatto zero che utilizzerà tecnologie d’avanguardia".

Gegè Telesforo protagonista

La giornata inaugurale, sabato 30 ottobre, si svolgerà in una location storica per Moncalieri quale quella di Cascina Le Vallere, dove il gruppo  Magasin Du Cafè si esibirà in un concerto denominato “Concerto a Pedali”, ovvero autoalimentato dall’energia prodotta da un componente del gruppo, il quale pedalerà per tutta la durata del concerto, dando l’energia sufficiente ad alimentare l’audio e le luci per tutto il gruppo musicale. Il giorno seguente il festival si inserirà all’interno del programma di “Fiorile” al Giardino delle Rose del Castello Reale, dove si terrà un concerto aperitivo con i Rhythm and Bones e alle ore 18 si concluderà la giornata al Teatro Matteotti di Moncalieri con il Concerto di Gegè Telesforo 4tet in collaborazione con il Torino Jazz festival Piemonte. Insomma, da "Quelli della Notte" al Moncalieri Jazz Festival, per Telesforo la musica sarà sempre una compagna di viaggio irrinunciabile.

Green Pea ospiterà invece due concerti, il primo con il quartetto Doctor Jazz e il secondo con il Denitto/Conti duo. Questa collaborazione continuerà anche dopo il Festival, dando così origine ad una stagione di Concerti settimanali denominata Jazz on the Roof, che vedrà protagonista uno strumento diverso ogni mese, partendo con il Saxofono nel mese di Novembre.

Grandi nomi per il Moncalieri Jazz Festival

Per celebrare il 700esimo anniversario della morte di Dante, verrà realizzata un’Opera epica-jazz, denominata “Beatrice”, dove sarà la Donna cardine del Dolce Stil Novo a prendere parola in un ribaltamento di specchi e ad accompagnare il poeta durante il suo viaggio lungo tutta una vita. Questo concerto sarà dedicato in particolar modo ad Irene Bertello, figlia di Ezio, il Presidente della Pro Loco di Moncalieri, drammaticamente e prematuramente scomparsa nei mesi scorsi.

Da Dante a Piazzolla a Buscaglione

Per ricordare degnamente la figura del grande poeta italiano famoso in tutto il mondo, il progetto musicale appena descritto, si terrà in prima assoluta all’Auditorium Rai “ A. Toscanini “ di Torino, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, della grande solista pianista jazz Rita Marcotulli , del fisarmonicista Ugo Viola, dei due autorevoli narratori Alessia Navarro (nel ruolo di Beatrice ) e Pino Insegno ( nel ruolo di Dante ), del  soundteller narrativo Albert Hera, con l’aggiunta del gruppo vocale Real Circle Project (10 Voci Soliste) e del Coro di Voci Bianche della Scuola Musicale di Mondovì e dell’Istituto Civico Musicale “G. Verdi” di Asti diretto da Maurizio Fornero. L’Opera musicale Epic/Jazz è scritta dal compositore Roger Treece, (già arrangiatore di Bobby McFerrin) candidato a 3 Grammy Awards, con Testi Originali scritti appositamente per questo progetto da Fabio Appetito.

Ci saranno altre 2 serate dedicate a due centenari di spicco, una dedicata al torinese Fred Buscaglione, non solo cantante ma un musicista a 360 gradi, l'altra ad Astor Piazzolla, l’uomo che ha dato vita al nuovo tango, che il maestro Viola ha omaggiato con la sua fisarmonica (durante la conferenza di presentazione), suonando le sue note più celebri.

Tra Moncalieri e Torino

Il MJF 2021, oltre ai Concerti che si terranno all'Auditorium Rai di Torino, alle Fonderie Teatrali Limone, al Giardino delle Rose del Castello Reale di Moncalieri, arriverà anche in altri luoghi di interesse storico della città e nelle sedi delle associazioni che operano sul territorio comunale.

Serate nei locali: uno a Torino all’Osteria Rabezzana con il gruppo Noi Duri In Pink ed altri due in città uno alla Famija Moncalereisa con Carola Cora quartet, e l’altro  presso Il Gelato Artigiano con il quartetto Dido’s Brazilian Jazz. E poi Borgate in Jazz nello specifico la Borgata Revigliasco con i Dixie Five. Alla Sede dell’ Unitre di Moncalieri con il duo Scagliarini/Favero Acoustic Project, lezioni /Concerto “Il Jazz in Cattedra ” per le Scuole di ogni ordine e grado, con la musica dal vivo, “ I Cartoons in Jazz” e le “ Grandi personalità del Jazz ” a cura dei Corsi di Formazione musicale dell’Associazione C.D.M.I. di Moncalieri.

Un programma ricchissimo, aspettando l'edizione 2022, quella che celebrerà il primo quarto di secolo del MJF, che si annuncia storica fin da adesso, come hanno sottolineato l'assessore alla Cultura Laura Pompeo e il sindaco Paolo Montagna.

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium