Politica | 25 ottobre 2021, 05:00

Lo Russo presenta la sua giunta: Foglietta all'Innovazione e Pnrr, Carretta allo Sport

Per Cultura, Bilancio e Urbanistica il neosindaco punta sui tecnici

Stefano Lo Russo

Stefano Lo Russo

Domenica di trattative serrate per Stefano Lo Russo per comporre la giunta, che verrà annunciata oggi alle 12.30.  A poche ore di distanza dalla presentazione dell’esecutivo, appare questa l’unica certezza. Dopo una settimana di colloqui e telefonate affidate al consigliere regionale del Pd Daniele Valle, coordinatore della campagna elettorale del neo sindaco, nella tarda serata di ieri le caselle non avevano ancora trovate tutte il loro posto.

Al segretario metropolitano Mimmo Carretta, che fin dagli esordi ha difeso la candidatura di Lo Russo, dovrebbe andare lo Sport, un assessorato più “prestigioso” del consueto grazie alle Atp Finals che si svolgeranno a Torino dal 2021 al 2025. A Chiara Foglietta, consigliera più votata di Torino, la delega all'Innovazione e Pnrr. Rimanendo sempre all’interno del Pd, Gianna Pentenero dovrebbe essere vicesindaca della Città Metropolitana, mentre in Giunta potrebbe occuparsi di Istruzione. Ipotesi Presidenza del Consiglio per Claudio Cerrato.

Rosatelli di Sinistra Ecologista alle politiche giovanili e lavoro

Allargando lo sguardo alla coalizione, Jacopo Rosatelli di Sinistra Ecologista dovrebbe ottenere un assessorato alla casa, politiche giovanili e lavoro. Alice Ravinale diventerebbe così capogruppo ed in Sala Rossa rientrerebbe la giovane esponente di Fridays for Future Sara Diena

Francesco Tresso all'ambiente e transizione ecologica

Per il consigliere più votato alle Amministrative Francesco Tresso, esponente di Torino Domani, potrebbero aprirsi le porte di un assessorato come ambiente e transizione ecologica. 

In corsa per il commercio Chiavarino e Salerno Alla Cultura, Bilancio e Urbanistica i tecnici

Il più votato della lista civica Lo Russo Paolo Chiavarino sarà assessore. Alla luce della passata esperienza nelle partecipate del Comune, dal CAAT a Soris, ambirebbe al commercio. Una delega a cui puntano, in combinazione con il turismo, i Moderati con Carlotta Salerno. Se dovesse spuntarla la seconda, al primo dovrebbero essere assegnate le deleghe alla sicurezza, ai vigili urbani e personale.

Alla Cultura, Bilancio e Urbanistica i tecnici

Lo Russo avrebbe poi deciso di affidare l’Urbanistica ad un tecnico proveniente da fuori Torino, mentre a Gabriella Nardelli dovrebbe andare il Bilancio. Quest’ultima infatti, oltre ad essere commercialista, è anche amministratore di Metro Holding. A guidare la Cultura dovrebbe essere il direttore del Polo del ‘900 Alessandro Bollo.

Cinzia Gatti

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium