/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 27 ottobre 2021, 13:03

Mirafiori, dopo l'accordo (con spaccatura) su Grugliasco, arrivano altre 200 uscite incentivate dalla Carrozzeria

La possibilità estende l'accordo già in essere (altri 160 posti) e amplia l'orizzonte temporale a luglio 2022. Stavolta la firma è unitaria, ma lo stabilimento rischia di scendere sotto i 2500 addetti, in attesa degli ex Agap

catena di montaggio di Mirafiori

Altre 200 uscite incentivate per la Carrozzeria di Mirafiori

A poche ore dall'accordo (firmato da tutte le sigle sindacali tranne la Fiom) sullo spostamento di Agap Grugliasco dentro Mirafiori, arriva una nuova firma tra azienda e rappresentanti dei lavoratori. Ma questa volta si tratta di una proroga del precedente accordo che apre alla possibilità di uscite anticipate e incentivate dal settore Carrozzeria. Ai 160 dell'accordo estivo si aggiungono così ulteriori 200 posti per chi vorrà aderire e ci sarà tempo fino a luglio 2022.

Non c'è turn over e il saldo è negativo

La firma, in questo caso, ha visto ricomporsi il fronte dei sindacati ed è stata unitaria. Ma la sensazione diffusa è che lo storico stabilimento si stia lentamente "svuotando" "L'accordo di uscite incentivate e volontarie segue un piano di ristrutturazione che è in corso - commenta Davide Provenzano, segretario provinciale di Fim Cisl -. Poche ore dopo l'intesa su il trasferimento di Agap a Mirafiori. Ad oggi continuano le uscite anche di personale giovane e non solo quello finalizzato alla pensione. Come Fim con senso di responsabilità verso i lavoratori abbiamo siglato l'intesa, tuttavia rileviamo che le uniche assunzioni di cambio mix risultano essere quelle date dal contratto di espansione e obbligate per legge. Questa è una forte criticità poiché il saldo è ampiamente negativo tra uscite ed ingressi".

"C'è un fuggi fuggi generale, chi può se ne va in tutti gli stabilimenti - commenta Ugo Bolognesi, di Fiom Cgil - e la sensazione è che la nave stia affondando. Non ci sono prospettive per questi stabilimenti e le richieste sono sempre di più pur di agganciarsi al prepensionamento. Abbiamo firmato per coerenza con l'accordo precedente, ma non si parla mai di cosa si farà in futuro".

Le cifre della fabbrica storica

Sugli enti centrali per ora si rimane al vecchio accordo dato dal contratto di espansione: 390 uscite e 130 ingressi. Ma le richieste sono molte di più (quasi 700). Mirafiori - in attesa dell'arrivo dei circa 1100 lavoratori di Agap (di cui 940 operai) - rischia di scendere a breve sotto quota 2500 addetti.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium