Cronaca | 27 ottobre 2021, 15:37

Gli studenti universitari denunciano: "Mancano gli spazi". E occupano aula di Palazzo Nuovo

"Con questa azione vogliamo far capire le enormi responsabilità del Rettore nei confronti di una situazione ormai insostenibile"

palazzo nuovo - foto di archivio

Gli studenti universitari denunciano: "Mancano gli spazi". E occupano aula di Palazzo Nuovo

"L'Università dopo quasi due anni di Covid è riaperta da un mese. Noi studenti non abbiamo spazi in cui studiare perché le aule studio sono poche e neanche del tutto aperte, il sistema di prenotazione nelle biblioteche riduce lo spazio disponibile, Palazzo Nuovo è praticamente un cantiere con interi piani del tutto inaccessibili". Lo sostengono gli studenti legati all'organizzazione giovanile Cambiare Rotta e alla lista universitaria 'Antitesi', che oggi hanno occupato un'aula di Palazzo Nuovo.

"Con questa azione vogliamo denunciare le enormi responsabilità del Rettore nei confronti di una situazione ormai insostenibile per noi studenti - aggiungono - carenza enorme di spazi per studiare e di socialità e repressione del dissenso. Unito è l'esempio di un modello di università escludente e aziendalizzato nel quale contano soltanto gli interessi delle imprese e non quelli degli studenti", hanno spiegato gli studenti.

redazione

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium