Cronaca | 27 ottobre 2021, 17:50

Condove, cacciatore ferito per errore da un compagno: non è in pericolo di vita

L'uomo, 56 anni, ha riportato una ferita da arma da fuoco all'addome: è ricoverato in codice rosso. La dinamica dell'incidente è stata ricostruita grazie alla testimonianza dei presenti

Condove, cacciatore ferito per errore da un compagno: non è in pericolo di vita

Un cacciatore è stato accidentalmente colpito da un compagno, che lo ha ferito con un colpo di fucile all'addome. L'uomo è stato messo in salvo grazie a un intervento congiunto del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese e del Servizio Regionale di Elisoccorso, che lo hanno trasportato in ospedale. Ricoverato in codice rosso, non sarebbe però in pericolo di vita. E' successo questo pomeriggio nel comune di Condove.

Nei boschi della frazione Mocchie, l'uomo, 56 anni, ha riportato una ferita da arma da fuoco all'addome dopo che un altro cacciatore, 65enne, che stava partecipando alla sua stessa battuta di caccia. Sul posto è stato inviato l'elisoccorso e una squadra a terra del Soccorso Alpino che hanno raggiunto l'infortunato, lo hanno stabilizzato, imbarellato e trasportato in una zona idonea per il recupero a bordo dell'eliambulanza tramite verricello. Ha partecipato alle operazioni anche il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente sono stati ascoltati i cacciatori (tutti con documentazione e armi regolari), che hanno fornito una versione convergente.

redazione

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium