/ Sport

Sport | 14 novembre 2021, 11:39

Milano-Cortina 2026, Uncem rilancia l'idea delle "Olimpiadi delle Alpi": "Coinvolgere anche Torino e il Lago di Garda"

Il messaggio che arriva dal Piemonte è chiaro: "La valli alpine giochino unite". Ma al momento non ci sembrano essere spiragli per il coinvolgimento della Città della Mole e dei vecchi impianti del 2006

Milano-Cortina 2026, Uncem rilancia l'idea delle "Olimpiadi delle Alpi": "Coinvolgere anche Torino e il Lago di Garda"

"Quando Uncem due anni fa proposte le Olimpiadi delle Alpi, aveva visto giusto. Nessun territorio e nessuna Città possono star da soli oggi nell'ospitare i Giochi. Non a caso, per Mondiali di Calcio e Olimpiadi si mettono insieme interi Paesi come Giappone e Cina. E le Alpi insieme, solo insieme, sono vincenti, possono risparmiare sui costi delle opere, avere una efficace organizzazione congiunta, dire con forza cosa sia questa regione unica al centro dell'Europa, cerniera che unisce. Siamo vincenti se siamo insieme". A rilanciare l'idea è Roberto Colombero, Presidente Uncem Piemonte.

"Bene hanno fatto il Presidente Cirio e il Sindaco Lo Russo a proporre l'uso di impianti delle Olimpiadi del 2006, a Torino e nelle Valli, già realizzati. Bene hanno fatto chiedendo di potersi confrontare con il Presidente Cio Malagò. Le Alpi sono insieme e sono in relazione con le grandi città come Milano, Venezia, Verona, Brescia e il Lago di Garda, Trento, Torino. Insieme siamo forti. Da sole le valli alpine, nonostante le Olimpiadi, rischiano di essere più sole, con forti e crescenti sperequazioni tra l'una e l'altra, tra territori, che dobbiamo evitare. Il percorso vincente è alpino insieme, unito".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium