/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 04 dicembre 2021, 20:30

Torino Film Festival, vince "Between two dawns". Svelate le date della prossima edizione: 25 novembre-3 dicembre 2022

A "El Planeta" e "Feathers" il premio speciale della giuria. "Babatoura" miglior cortometraggio. Alla cerimonia di chiusura la madrina Fanelli se la prende con i monologhi "al femminile"

La serata finale del Torino Film Festival

La serata finale del Torino Film Festival

È "Between two dawns" il vincitore del 39esimo Torino Film Festival.

Il film di Selman Nacar (Turchia/ Francia/ Romania/ Spagna) trionfa con una storia toccante e attualissima, raccontata con maturità e consapevolezza.

"Un film che riesce, con straordinaria capacità di scrittura e regia - è scritto nella motivazione del premio - a raccontare una storia credibile, che ci fa ridere, emozionare e che ci sorprende. Un film maturo, diretto con sobrietà intelligente e che rivela un nuovo grande talento".

Il TFF si è concluso ufficialmente stasera con la cerimonia di premiazione, aperta da un divertente monologo della madrina della manifestazione, Emanuela Fanelli, contro la moda di chiedere alla donne ospiti in tv di "fare un monologo" possibilmente "impegnato, di riscatto". Sul palco anche il presidente del Museo del Cinema Enzo Ghigo è il direttore del. Tff Stefano Francia di Celle, che hanno annunciato le date della prossima edizione del festival: dal 25 novembre al 3 dicembre 2022.

Domani al cinema Massimo si potranno però rivedere tutti i film premiati. 

Durante la cerimonia sono stati consegnati i premi principali e collaterali assegnati dalla giuria presieduta da Ildikó Enyedi (Ungheria), e composta da Alessandro Gassmann (Italia), Evgeny Galperine (Francia), Isabel Ivars (Spagna).

Il premio speciale della giuria è andato ex aequo a El Planeta di Amalia Ulman (USA/Spagna) e a Feathers di Omar El Zohairy (Francia/Egitto/Paesi Bassi/Grecia). 

Il premio per la miglior attrice è andato a Gong Seung-Yeon per il film Aloners di/by Hong Seong-eun (Corea del Sud)

Miglior attore Franz Rogowsky per il film Grosse Freiheit di Sebastian Meise (Austria/Germania).

Une jeune fille qui va ben di Sandrine Kiberlain (Francia) ha vinto invece il premio per la miglior sceneggiatura. 

Per quanto riguarda i corti, a vincere il primo premio è stato il film Babatoura di Guillaume Collin (Canada). Premio speciale della giuria a Night di Ahmad Saleh (Palestina).

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium