Eventi | 07 dicembre 2021, 18:58

Natale: il Monumentale Presepe ambientato ai Sassi di Matera si accende nel Duomo di Torino (VIDEO e FOTO)

Un’opera che conta 120 personaggi e unisce tradizione lucana e piemontese con i santi sociali, da Don Bosco a Domenico Savio. Fino al 2 febbraio

Il Presepe Monumentale della Basilicata, fino al 2 febbraio in Duomo

Il Presepe Monumentale della Basilicata, fino al 2 febbraio in Duomo

Un presepe di enormi dimensioni ma con tanti piccoli dettagli tutti da scoprire. E’ l’opera allestita all’interno del Duomo di Torino fino al 2 febbraio che arriva direttamente dalla terra lucana. 

Il Presepe Monumentale della Basilicata farà riscoprire al pubblico torinese il mistero della Natività attraverso il suggestivo e caratteristico sfondo dei Sassi di Matera. La cultura della regione entra nella tradizione cristiana con personaggi che si uniscono a quella sabauda: da Don Bosco a Domenico Savio, i santi sociali accompagnano il Gesù Bambino, la Vergine e San Giuseppe, insieme ai lavori tipici della Basilicata, ma anche ai migranti con la valigia, simbolo dei tanti lucani che hanno attraversato l’Italia per dare un futuro alle generazioni a venire. 

Realizzato dal maestro presepista Franco Artese, si compone di circa 120 personaggi in terra cotta e si estende per 60 metri quadrati per sei metri di altezza. Non mancano gli effetti speciali: il cielo e le luci cambiano, passando dal giorno alla notte innevata.

Chiara Gallo

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium