Eventi | 08 dicembre 2021, 11:11

A Capodanno conto alla rovescia con fuochi d'artificio nei cieli di Torino

Lo spettacolo verrà replicato sia in centro che periferia e sarà visibile da tutta la città

Lo spettacolo verrà replicato sia in centro che periferia

Lo spettacolo verrà replicato sia in centro che periferia

A Capodanno sarà un “countodown” luminoso nel cielo di Torino a segnare l’addio al 2021. Un conto alla rovescia verso il 2022 scandito probabilmente con fuochi d’artificio, visibili in tutta la città perché lo spettacolo verrà replicato sia in centro che periferia.

Stanziati 150 mila euro per Capodanno

La giunta Lo Russo ha stanziato per l’evento 150 mila euro, che serviranno a realizzare lo show e ad attività collaterali come la messa in sicurezza delle zone utilizzate, l’assistenza sanitaria, l’utilizzo di transenne e/o tendiflex ecc.

Carretta: "Guardate verso il cielo con fiducia"

L’idea, come ha spiegato ieri l’assessore ai Grandi Eventi Mimmo Carretta, è portare direttamente a casa dei torinesi lo spettacolo di Capodanno, alla luce della pandemia. "Per il 31 notte - ha detto - stiamo mettendo a punto alcuni dettagli tecnici: chiediamo ai torinesi di guardare verso il cielo con fiducia in noi. L'effetto sorpresa spero serva a rendere l'inizio dell'anno positivo".

Con Appendino fasci luminosi in cielo per San Giovanni

Già l’amministrazione Appendino, per evitare assembramenti per il Covid-19, aveva scelto di puntare nel 2020 sull’illuminazione dei cieli per San Giovanni. Il 24 giugno erano stati proiettati dei fasci luminosi che aveva disegnati dei giochi di luce, visibile da qualsiasi punto della città.

Cinzia Gatti

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium