/ Politica

Politica | 29 dicembre 2021, 12:02

Vendita ospedale Settimo, Grimaldi (LUV): Inaccettabile svolta. Perché e quando la Regione l’ha avallata?"

"Il Covid ha evidenziato ancora di più quanto il presidio sia anello indispensabile fra la rete ospedaliera e il territorio"

Vendita ospedale Settimo, Grimaldi (LUV): Inaccettabile svolta. Perché e quando la Regione l’ha avallata?"

Già a marzo avevamo presentato un’interrogazione in merito alla crisi della Società mista a prevalente capitale pubblico SAAPA SpA, nata e autorizzata dalla Regione come sperimentazione gestionale proprio per preservare la struttura ospedaliera per attività di post acuzie e ambulatoriale specialistica di Settimo. Chiedevamo alla Regione di chiarire il mandato dato ai soci di maggioranza di SAAPA SpA (ASL TO4 e ASL Città di Torino), allo scadere della sperimentazione, in merito al futuro assetto dell’Ospedale Civico di Settimo Torinese e, in particolare, al riassorbimento di tutto il personale in servizio. Quella domanda è rimasta inevasa e in questi giorni è emersa una manifestazione d'interesse per la vendita del presidio sanitario. Un esito inaccettabile” – dichiara il Caporguppo di Liberi Uguali Verdi, Marco Grimaldi.

La crisi Covid ha evidenziato ancora di più quanto l’Ospedale Civico – da due anni presidio Covid – sia anello indispensabile fra la rete ospedaliera e il territorio, con un’intera offerta di servizi sanitari fondamentali: riabilitazione funzionale, lungo degenza e continuità sanitaria” – prosegue Grimaldi. – “Il fatto che la Regione, dopo gli impegni assunti, abbia permesso la cessione – senza peraltro mai discuterlo né comunicarlo – è assolutamente inammissibile. Qualche multinazionale si è fatta avanti? Magari dei ‘cugini lombardi’? Icardi spieghi immediatamente”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium