/ Politica

Politica | 20 gennaio 2022, 14:18

Ospedale unico Asl To5, Italia Viva all'attacco: "Sparito dal programma della Regione"

"La strategia messa in campo è quella di un passo avanti e due indietro”

area vadò

Ospedale unico Asl To5, Italia Viva all'attacco: "Sparito dal programma della Regione"

Italia Viva va all'attacco sulla vicenda dell'ospedale unico dell'Asl To5. "La Regione ha annunciato il 18 gennaio il potenziamento e la modernizzazione delle strutture sanitarie sul territorio, ma al fianco dell'annuncio della realizzazione di sei nuovi ospedali a Torino, Ivrea, Vercelli, Savigliano, Alessandria e Cuneo, il progetto non contempla l’Ospedale di eccellenza del nostro territorio", sottolineano in una nota Mariangela Ferrero, Roberto Gentile, Patrizia Bertone, Mauro Turri, Federica Zamboni, Pier Antonio Pasquero e Massimo Calafiore.

"Eppure la pandemia in corso ha evidenziato come sia una scelta necessaria, mentre la Regione considera le nostre strutture sanitarie in perfetto stato in quanto non sono ritenute realtà obsolete e con rilevanti costi di gestione e manutenzione", proseguono gli esponenti di Italia Viva della cintura sud di Torino. "La Regione rinvia come fatto finora a forme di finanziamento non definite (tutte da valutare nell’ambito dei piani triennali dell’Inail oppure ad altre tipologie e forme di finanziamento) e arriva prima della conclusione e divulgazione pubblica dei risultati dell’ennesimo studio annunciato. Cosa potrebbe significare tale scelta regionale? Innanzitutto un’ulteriore dilatazione dei tempi. È quello che si sta facendo ormai dal 2019".

"Agli occhi di un buon osservatore l’unica vera strategia messa in campo è quella di “un passo avanti e due indietro”. Fino ad arrivare oggi alla scomparsa del nostro ospedale di eccellenza dai documenti programmatici della Regione. Un ospedale di eccellenza che, ribadiamo ancora una volta, rappresenta lo step principale della costruzione della rete di protezione sanitaria necessaria per il territori. In questo triste quadro spicca il grande attivismo del Consigliere regionale Davide Nicco (FdI), da sempre contro l’Ospedale di eccellenza individuato tra Moncalieri e Trofarello", proseguono gli esponenti di Italia Viva.

"Le cronache, le interviste, ma soprattutto gli atti del Consiglio regionale dimostrano che sta di fatto bloccando lo sviluppo del nostro territorio. E’ grave che la tutela della salute e tutte le azioni che concorrono ad essa sia continuamente minata. Forse ancora di più di come farebbe un vecchio ospedale", conclude la nota di Italia Viva.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium