Attualità | 21 gennaio 2022, 13:23

Collegno, partiti gli interventi per sistemare le strade interessate dagli scavi per fibra ottica e gas

Cinque le squadre al lavoro su un totale di 4 quartieri coinvolti

lavori strade collegno

Collegno, partiti gli interventi per sistemare le strade

Dopo i primi lavori lo scorso dicembre a Borgata Paradiso, sono ripartiti i ripristini definitivi delle strade di Collegno interessate dagli scavi per la Fibra Ottica e Italgas. Si tratta di interventi particolari previste dalle convenzioni stipulate con Open Fiber e Italgas con cui vengono riasfaltate solo le porzioni di strada scavata, quei “rattoppi” temporanei, necessari per la stabilizzazione delle infrastrutture nel terreno. La ritracciatura della segnaletica orizzontale andrà a completamento nel rendere la strada di nuovo normale.

Sono 5 le squadre al lavoro su un totale di 4 quartieri coinvolti al momento:
- Terracorta: in corso via Novalesa, via Susa, via Ulzio fino al completamento di tutte le vie
- Santa Maria: in corso via Roma, piazza repubblica, via donizzetti, a seguire corso Togliatti via lamarmora, via gobetti, via toscanini e area compresa tra viale XXIV Maggio-corso Papa Giovanni.
- Borgonuovo: via Parri, via Alpignano, c.so Kennedy, via San Lorenzo, via Alessandro di Collegno
- Centro Storico: in via di conclusione.

Dal 31 gennaio si interverrà anche in via Vandalino e in via Bligny, dove è prevista la rigenerazione dello spazio urbano.

Soddisfatti il Sindaco Francesco Casciano e l’assessore Gianluca Treccarichi: «Collegno sta attraversando una fase di importanti cambiamenti che porteranno vantaggi indiscutibili per la nostra città e per i collegnesi. In tanti ci hanno segnalato lavori che in realtà erano ripristini provvisori che servono a far assestare lo scavo prima del definitivo e avevano solo bisogno di tempo per essere completati. Ringraziamo i nostri cittadini per la loro collaborazione e comprensione».

Terminati questi lavori si procederà alla definizione dell’elenco di altre strade particolarmente ammalorate (o per cui al momento non è possibile intervenire perché la tipologia di intervento richiede temperature più alte) sulle quali l’Amministrazione interverrà a marzo con un nuovo appalto da circa 300mila euro di riasfaltature complete.

comunicato stampa

Leggi tutte le notizie di BACKSTAGE ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium