Cronaca | 24 gennaio 2022, 19:08

Non si ferma la protesta dei magazzinieri Zara: in via Roma con mogli e figli

Dal 31 gennaio una decina di persone non lavoreranno più per la sede torinese della multinazionale dell’abbigliamento

protesta lavoratori zara

Non si ferma la protesta dei magazzinieri Zara: in via Roma con mogli e figli

Non si ferma la protesta dei magazzinieri Zara, che da qualche tempo sono alla dipendenze dell’agenzia interinale Manpower e che dal 31 gennaio, dopo circa quindici anni, non lavoreranno più con la multinazionale spagnola dell’abbigliamento.

Presenti anche mogli e figli

Dopo il sit-in del 18 gennaio scorso i lavoratori - una decina - sono tornati a sventolare le bandiere “Si Cobas” dinanzi l’ingresso dello store di via Roma, stavolta accompagnati da mogli e figli.

Andremo avanti a oltranza, non é giusto sostituirci con altre persone precarie”, ribadiscono i lavoratori, che dal 1º febbraio avranno qualche certezza in meno.

"Andremo avanti a oltranza"

Da Manpower ci hanno detto che per sei mesi frequenteremo un corso di formazione guadagnando 800 euro lordi, dopo non sappiamo cosa accadrà”, hanno spiegato.

Marco Panzarella

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium