Eventi | 24 gennaio 2022, 20:15

Il Regio Metropolitano si conclude con il tutto esaurito al Grattacielo Intesa Sanpaolo

Appuntamento mercoledì 26 gennaio alle 20.30, Andrea Secchi dirigerà il Coro

Il Regio Metropolitano si conclude con il tutto esaurito al Grattacielo Intesa Sanpaolo

Mercoledì 26 gennaio alle ore 20.30 all’Auditorium del grattacielo Intesa Sanpaolo, il maestro Andrea Secchi dirige il Coro del Teatro Regio, con Paolo Grosa al pianoforte.

Il programma prevede: il Quartetto pastoraleI gondolieriLa passeggiataToast pour le nouvel an e Il carnevale di Venezia dai Péchés de vieillesse di Gioachino Rossini; Les Norwégiennes e Les Nymphes des bois di Léo Delibes e Zigeunerlieder (Canti zigani) di Johannes Brahms.

I biglietti per il concerto sono tutti esauriti.

Il Regio Metropolitano ha totalizzato oltre 20.000 presenze, di cui un terzo under 30. Ha registrato il tutto esaurito in occasione dei seguenti concerti e spettacoli: La vita nuovacantica di Ermanno Wolf-Ferrari su parole di Dante Alighieri, Donato Renzetti direttore e Alessandro Preziosi voce recitante; 9 date su 13 de Lo Schiaccianoci, balletto su musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij nell’esecuzione del Balletto del Teatro Nazionale dell’Opera di Kiev; Concerto del Coro del Regio alla Chiesa del Santo VoltoConcerto alle OGR Torino con Stefano Montanari direttore e Toni Servillo narratore d’eccezione.

comunicato stampa

Leggi tutte le notizie di STORIE SOTTO LA MOLE ›

Rossana Rotolo

Nata e vissuta a Torino, mi sono allontanata per qualche anno ma, dopo due brevi parentesi a Berlino prima e in Trentino poi, ho deciso di tornare a casa. Nonostante un’educazione di carattere prettamente scientifico, la passione per la scrittura ha preso presto il sopravvento e ho cominciato a raccontare con costanza il mondo della creatività, dall’arte contemporanea al teatro, dall’editoria all’arte di strada. Ho fatto del racconto del talento altrui la mia più grande missione.

Storie sotto la Mole
Poche città posseggono un patrimonio di storie e leggende quanto Torino. Ho ideato questa rubrica per dare spazio ai numerosi miti nati all’ombra della Mole: dall’origine dei dolci più prelibati, agli angoli nascosti della città fino ai numerosi fantasmi che ne occupano vie e palazzi. In questo spazio racconto a modo mio le storie più note, quelle meno note e anche alcune di mia completa invenzione.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium