/ Attualità

Attualità | 23 marzo 2022, 18:00

Imbarco Perosino: niente accordo tra il Comune e i gestori dello storico locale sul Po

Favaro: "Non penso ci siano i margini per trovarlo". Il 31 marzo previsto lo sgombero. De Coster: "Nel 2024 il Valentino sarà come Montecarlo. Magari si pagherà anche l’ingresso”

Imbarco Perosino: niente accordo tra il Comune e i gestori dello storico locale sul Po

Non è stato trovato l’accordo tra Comune e i gestori dell’Imbarco Perosino. 

Nonostante la manifestazione che si è svolta sotto il Municipio nei giorni scorsi e l’incontro che ne è seguito ieri tra la vice sindaca Michela Favaro e i fratelli Anna Carla ed Edoardo De Coster, nulla di fatto.  

Il 31 marzo quindi si dovrebbe procedere allo sgombero: la famiglia Perosino, che da sempre gestisce lo storico locale sul Po, fondato nel 1936, dovrà lasciare la struttura, perdendo così in un colpo solo la casa e il lavoro. 

“Nel 2024 il Valentino sarà come Montecarlo, questo vogliono. Magari si pagherà anche l’ingresso” commenta con amarezza Anna Carla De Coster che ha cercato di trovare una soluzione per non vedere andare in fumo il lavoro dei nonni e dei genitori. “Siamo disponibili anche a rinunciare all’immobile trasformandolo in bene comune” diceva la donna durante la manifestazione che aveva organizzato e a cui avevano partecipato tanti giovani sostenitori lo scorso 21 marzo. 

Ora la battuta d’arresto. 

“Non so se ci sono margini per un accordo, anche perché dovremmo trovarlo in fretta - conferma la vice sindaca Michela Favaro -. Ci abbiamo provato in questi anni, ma il fatto è che abbiamo un credito importante nei loro confronti”

Da parte dell’Imbarco Perosino però la questione non finisce qui e promettono ancora battaglia. "Quello che contestiamo sono i 160 mila euro di canoni pregressi che vanno contro la sentenza del giudice. La durata della concessione che loro fanno partire la dal 2012, invece noi vogliamo che parti dall’anno della sentenza (2015/2017). Il diritto di prelazione che prima ci avevano negato, ma che ieri ci hanno “promesso“ che ce lo permettano. Cercheremo comunque di trovare con i tecnici del Comune una soluzione positiva" conclude De Coster. 

Chiara Gallo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium