/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 05 maggio 2022, 14:34

Eurovision Song Contest, ecco l'effetto speciale: per ogni euro investito, 7 finiscono ad alberghi, bar e ristoranti

Lo Russo: "Siamo all'inizio di 10 giorni ad altissima intensità per la nostra città. Per più di una settimana saremo il centro dell'Europa musicale: sarà una bellissima vetrina per mostrare cosa siamo in grado di fare"

Eurovision Song Contest, ecco l'effetto speciale: per ogni euro investito, 7 finiscono ad alberghi, bar e ristoranti

Per ogni euro speso dalle istituzioni, Eurovision Song Contest porterà nelle casse dei commercianti, albergatori e ristoratori di Torino tra i 6 e 7 euro. A stimare i ritorni economici del festival musicale, in programma al Pala Olimpico dal 10 al 14 maggio, il sindaco Stefano Lo Russo durante la presentazione del Media Centre Casa Italia allestito al piano terra di Palazzo Madama.

Uno spazio di promozione del capoluogo e del Piemonte nel cuore della città, a disposizione di giornalisti italiani e internazionali. In diversi momenti della giornata il programma “Piemonte Tasting Experience” proporrà degustazioni, aperitivi, “merende sinoire”, con vini e prodotti del territorio. "Non nego - ha commentato il primo cittadino, durante l'inaugurazione del punto stampa - un po’ di emozione. Siamo all'inizio di 10 giorni ad altissima intensità per la nostra città. Per parecchi giorni saremo il centro dell'Europa musicale: sarà una bellissima vetrina per mostrare cosa Torino è in grado di mettere in campo".

14 mln di investimento delle istituzioni

Dal punto di vista dell'impegno economico Comune, Regione, Camera di Commercio, Fondazione CRT e Compagnia di San Paolo hanno "investito per l'organizzazione di Eurovision Song Contest 14 milioni di euro". A fornire la cifra l'assessore ai Grandi Eventi Mimmo Carretta, che ha spiegato come i soldi siano stati investiti per realizzare tutto "dall'Eurovillage al Valentino, a piazza d'Armi". La kermesse canora sarà seguita da quasi 200 milioni di telespettatori, mentre in presenza saranno 60 mila.

Cirio: "Torino ha la storia da raccontare"

"Lavorare insieme - gli ha fatto eco il presidente della Regione Alberto Cirio - è fondamentale, vogliamo che questa città e questa Regione vadano lontano". "Siamo alla vigilia di un appuntamento importante - ha aggiunto il governatore - e credo che la diversità di Torino, la sua marcia in più, sia che noi abbiamo non 'una storia' ma 'la storia' da raccontare".

Il Piemonte in vetrina all'Eurovillage

All'Eurovillage del Valentino, oltre al fittissimo programma di concerti, ci sarà un corner del Piemonte dove sarà possibile trovare materiali illustrativi, video promozionali e gadget. Qui si parlerà anche di musica, tecnologia e imprese, grazie agli incontri Music Talk organizzati dalla Camera di commercio di Torino: dai produttori di strumenti musicali tradizionali, alla cripto arte e NFT; dagli studi di registrazione alle library musicali di ultima generazione.

Il piatto Eurovision

Non mancherà poi il Piatto Eurovision (monopiatto composto da 4 antipasti tipici e un calice di vino a €15) e l’Aperitivo Cocktail Eurovision (cocktail con tagliere salumi/formaggi a €10). In oltre 130 locali si troveranno le tovagliette “Sugo News” con raffigurata la mappa della città e con Display Your Eurovision i commercianti sono stati coinvolti affinché allestiscano la propria vetrina a tema musicale.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium