/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 18 maggio 2022, 08:16

Fantasmi e misteri, ai Musei Reali il protagonista è il fumetto

Mostra alla Galleria Sabauda fino all'11 settembre: esposte le produzioni di venti brillanti fumettisti italiani

Fantasmi e misteri, ai Musei Reali il protagonista è il fumetto

Improvvise apparizioni, incontri imprevisti con custodi del temo, ma anche tratti di condannati a morte e anime perdute. Arrivano dal mare o dalla terra e fanno tappa ai Musei Reali di Torino i personaggi e le storie di "Fantasmi e altri misteri", mostra tematica di "Fumetti nei Musei", allestita nella Galleria Sabauda.

La mostra, in programma sino all'11 settembre, espone le tavole più spaventose di venti brillanti autori italiani. Curata da Mattia Morandi, Chiara Palmieri e Simona Cardinali, l'allestimento è ispirato al fumetto di Lorena Canottiere "Io più fanciullo non sono", ambientato proprio a Musei Reali.

Al di là del tema, la mostra è adatta a ogni età e per visitarla non è necessario essere accompagnati. I fantasmi che animano la Galleria Sabauda, nascono dall'arte dei 20 brillanti fumettisti che si sono già confrontati nell'ambito del progetto "Fumetti nei musei", ideato dal ministero della Cultura. "L'Italia ha sempre eccelso nel settore della tutela, divenendo un esempio in tutto il mondo: è arrivato il momento di aggiungere a questo investimento una grande attenzione alla contemporaneità" afferma Dario Franceschini, ministro della Cultura.

"I Musei Reali accolgono con entusiasmo questa nuova mostra, un ponte tra passato e presente per indagare le collezioni del patrimonio mussale: espressione del mondo contemporaneo, il fumetto è una forma narrativa che si lega ad altri linguaggi artistici presenti nelle collezioni secolari" afferma Enrica Pagella, direttrice dei musei Reali".

"Quella inaugurata oggi - dichiara Mattia Morandi, capo ufficio stampa e comunicazione del MiC, curatore della mostra - è una mostra che costituisce un'ulteriore tappa di Fumetti nei Musei, il progetto che ha rafforzato e rinnovato il rapporto tra le istituzioni culturali e la nona arte". "Grazie alla direttrice dei Musei Reali, Enrica Pagella, e alla fumettista Lorena Canottiere che, sin da subito, hanno creduto in questo progetto e alle tante persone che vi hanno lavorato, permettendo felici e impreviste evoluzioni".

"Il passato, nei musei, è solamente la superficie" dice invece la fumettista Canottiere. "Appena oltre esiste uno spazio mi cui il passato diventa presente e futuro allo stesso tempo", conclude.

Andrea Parisotto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium