/ Attualità

Attualità | 06 giugno 2022, 15:15

A Venaria nasce il bosco delle quinte (elementari), gli alberi che crescono con i bambini

Il progetto nasce da una proposta che è stata presentata, all’inizio della primavera, dai genitori della classe 5^D della scuola Di Vittorio

bosco delle quinte a venaria

A Venaria nasce il bosco delle quinte (elementari), gli alberi che crescono con i bambini

Il progetto nasce da una proposta che è stata presentata, all’inizio della primavera, dai genitori della classe 5^D della scuola Di Vittorio, che hanno espresso il desiderio, come regalo di fine anno scolastico, di piantare un albero in un parco cittadino chiedendo a tal fine la collaborazione degli Uffici e dell’Amministrazione di Venaria.  

Un sogno che si sta per realizzare: a fine quinquennio e dopo gli anni difficili caratterizzati dalla pandemia, piantare un albero possa simboleggiare la rinascita e allo stesso tempo racchiudere il ricordo dei cinque anni scolastici. 

L’iniziativa ha la speranza nel futuro, il tempo della crescita degli alberi che affianca quella dei bambini e che potrebbe essere un’idea da ripetere ogni fine quinquennio in modo da creare il “Bosco delle quinte”, ovverosia piccoli alberi che crescono con i bambini, aumentando la qualità ambientale, contrastando l’inquinamento atmosferico e favorendo la salute e il futuro del pianeta. Per ora si parte da otto alberi (uno per classe quinta), che avranno le cure necessarie per accogliere le prossime piantumazioni. 

I genitori che hanno fatto la proposta sono partiti da alcune considerazioni: gli alberi, le aree verdi e gli ecosistemi in generale svolgono innumerevoli funzioni a vantaggio della salute pubblica e della qualità urbana. Inoltre, il patrimonio arboreo apporta in ambito urbano numerosi benefici in relazione a: 

• valenza   urbana   e   ambientale   intesa   come riqualificazione valorizzazione e miglioramento del verde urbano; 

• contribuzione alla biodiversità con interventi che tengano conto delle esigenze ambientali specifiche del territorio; 

• potenziale assorbimento di CO2 e riduzione dell’inquinamento atmosferico con conseguente miglioramento della qualità dell’area; 

• capacità di riduzione del deflusso delle acque piovane grazie alla risposta che le aree verdi e alberate offrono in termini di intercettazione e stoccaggio dell’acqua piovana; 

• capacità di protezione dai rumori. 

Un progetto sposato appieno dall’Amministrazione comunale, che si è impegnata  a darne corso e a svilupparlo nello spazio verde in via Guido Rossa, dove stamane si è svolta la presentazione al pubblico, alla presenza del Sindaco, dell’assessore all’Ambiente e di quello all’Istruzione, nonché di circa 180 alunni delle scuole elementari dell’Istituto Comprensivo Venaria 1, del dirigente scolastico e insegnanti e tecnici del Comune. 

Durante la presentazione del progetto, sono state consegnate ai docenti delle classi coinvolte, delle pergamene per gli studenti, che simbolicamente hanno sugellato la partenza della realizzazione del bosco. 

Il Sindaco Fabio Giulivi plaude all’idea e alla realizzazione del progetto, che ha sia una valenza ambientale sia una valenza educativa. L’assessore all’Istruzione fa il punto sul forte significato formativo, che mette in stretta relazione l’operato del corpo docente nelle classi con i bambini che riportano la loro esperienza nelle famiglie, che sono anche promotrici dell’intero progetto. 

L’assessore all’Ambiente precisa che gli alberi acquistati dalla città  sono sei aceri, una magnolia, un melograno. Ogni albero avrà un nome e sarà indicata la classe quinta che lo ha piantato. Una testimonianza per un futura cittadinanza attiva e consapevole.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium