/ Attualità

Attualità | 29 giugno 2022, 11:00

Ai Murazzi docce e spogliatoi per runners e yoga: una vocazione sportiva per le arcate vuote

La proposta del consigliere di Torino Bellissima Firrao: "Sport in riva al fiume attrazione turistica". Maggioranza favorevole

murazzi - foto d'archivio

Ai Murazzi docce e spogliatoi per runners e yoga: una vocazione sportiva per le arcate vuote

Accanto a Gianca 2, The Beach, Bomaki, Porto Urbano e gli altri locali notturni dei Murazzi, creare degli spazi per i runners e chi pratica sport lungo il Po. La proposta è del consigliere comunale di Torino Bellissima Pierlucio Firrao che, con una mozione discussa questa mattina in commissione, chiede di mettere "a bando le arcate non ancora assegnate, privilegiando la destinazione sportiva". 

Firrao (Torino Bellissima): "Murazzi luogo iconico" 

"I Murazzi - ha spiegato l'esponente del centrodestra - sono un luogo iconico della città: entro settembre riapriranno tutti gli spazi messi a bando nel 2016". Se una parte della arcate - come ha voluto precisare l'assessore allo Sport Mimmo Carretta, devono rimanere vuote "per ragioni di sicurezza, in caso di piena" - per le altre Firrao immagina una nuova vita. Al momento sono disponibili quelle più vicine a corso Vittorio. Dal lato opposto sono libere quelle subito prima di Gianca 2. Spazi che non possono essere destinati alla movida e ai locali notturni, come prevede il piano regolatore. 

"Spogliatoi, docce e bagni per gli sportivi nelle arcate" 

"Io chiedo - ha spiegato l'esponente di Torino Bellissima - di dare una casa agli sportivi, a tutti coloro che fanno yoga, corsa, fitness e vanno in bici sul Lungo Po. Lo sport in riva al fiume - precisa la mozione - potrebbe essere anche attrattiva turistica su varia scala. Quello che manca sono spogliatoi, docce e servizi sanitari. Fornendo questi servizi si può attirare gente anche di giorno". 

Carretta: "Si può ragionare in termine di supporto logistico" 

Una proposta condivisa dall'assessore allo Sport Carretta, che ha chiesto di sospendere momentaneamente l'atto per fare delle verifiche con gli uffici. "Le arcate della parte destra - ha spiegato - sono in carico alle politiche giovanili. Si può ragionare in termini di supporto logistico: ad esempio io vado a correre e c'è uno spogliatoio dove posso cambiarmi o lasciare le cose in un armadietto. Escludiamo ovviamente le attività sportive professionali come le palestre".  

Maggioranza

A giudicare positivamente la proposta di Firrao anche i consiglieri Angelo Catanzaro (Pd) e Simone Fissolo (Moderati). "Da ex canottiere - ha spiegato quest'ultimo - chiedo che si possa assegnare uno spazio anche ad una società che dà la possibilità ai singoli cittadini di mettere in rimessaggio la propria imbarcazione: al momento se uno non è associato ad uno dei circoli non può scendere lungo il fiume". Catanzaro ha invece assicurato l'appoggio all'atto se Firrao accoglierà i suggerimenti dell'assessore Carretta. 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium