Attualità | 04 luglio 2022, 21:30

Colli Senza Frontiere: ad Argentera il taglio del nastro della 4^edizione (Video)

Evento promosso da ATL del Cuneese. Le dichiarazioni del sindaco di Boves Paoletti e di Argentera Ciaburro

Colli Senza Frontiere: ad Argentera il taglio del nastro della 4^edizione (Video)

Inaugurata, sabato mattina al Colle della Maddalena, la quarta edizione del motoincontro "Colli senza Frontiere", antipasto di una serie di appuntamenti alla scoperta della Valle Stura in programma nel fine settimana.

Dopo il taglio del nastro e la partenza da Argentera Villaggio Primavera i bikers hanno raggiunto il Lago, dove hanno assistito alla messa celebrata da Don Biker Mario Dompè che ha poi, come da tradizione, benedetto i caschi. 

La carovana di moto è partita da Boves. Nel video le dichiarazioni del primo cittadino Maurizio Paoletti e della sindaca di Argentera Monica Ciaburro

In allegato il programma della manifestazione, promossa da Atl del Cuneese

Files:
 COLLI SENZA FRONTIERE2 (337 kB)
Leggi tutte le notizie di E POE...SIA! ›

Johanna Finocchiaro

Buongiorno, Good morning, Bonjour, Buenos Días, Namasté!
Sono Johanna. Classe 1990, nata a Torino, impiegata, appassionata di lingue straniere e poetessa. Già, poetessa.
Scrivo sin dalla tenera età (mi sono innamorata della poesia dal primo incontro, alle elementari) e leggo, leggo tanto, sempre e ovunque. La mia massima fonte d'ispirazione è l'arte: mi conquista la sua immediatezza, la forza comunicativa, la varietà di forme e concetti espressi, la chiarezza.
Viaggiando, ho compreso quanto il mondo sia dinamico. Mi ci sono adattata, pian piano, stravolgendo piani e idee. Oggi lavoro per un importante istituto bancario ma continuo a essere curiosa. E gioiosa. Faccio parte della corrente letteraria dei Poeti Emozionali e ho, all'attivo, la pubblicazione di tre libri: una silloge corale, un e-book e l'ultimo arrivato, “Clic” (L’Erudita Editore).

E POE...SIA!
Questa rubrica nasce sotto una buona stella o così mi piace pensare; si propone, con determinazione, di avvicinare il lettore a un genere letterario incompreso ma testardo: la poesia.
Perché no!? Perché non recuperarla dal cassetto, vestirla con abiti nuovi, freschi, darle una possibilità? La possibilità di emozionarci, semplicemente questo: riflettere, sentire qualcosa, qualsiasi cosa, con e grazie a Lei.
Allontaniamoci dall'impostazione scolastica e dall'analisi del testo, lasciando spazio, invece, all'analisi del SENSO. Senso che sta per ragione e sensazione insieme. Impariamo a cercare la curiosità, prima delle domande. Accendiamo il pensiero. Che dite, ci lanciamo nel viaggio? Al paracadute provvedo io! 

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium