/ Eventi

Eventi | 14 agosto 2022, 08:57

Lezioni per imparare a prendersi cura dei sentieri

Anche il Cai di Pinerolo ha avvitato un corso tenuto da 8 manutentori volontari

La lezione pratica (Foto di Massimo Bosco)

La lezione pratica (Foto di Massimo Bosco)

La manutenzione dei sentieri è un aspetto importante non solo per la conservazione dei boschi, ma anche perché favorisce la pratica escursionistica e riduce i rischi che si possono correre quando si affrontano percorsi poco puliti o mal segnalati.

Il Cai promuove iniziative per prendersi cura dei sentieri montani e in primavera un corso è stato organizzato anche a Pinerolo con 28 partecipanti di tutte le età

Il gruppo di Manutenzione Sentieri del Cai Pinerolo nasce circa 10 anni fa, fondato da Luciano Savarino. Da allora i volontari, ora una dozzina, si occupano di effettuare lavori manutentivi ogni settimana – salvo maltempo – sui sentieri montani della zona, in particolare il percorso che porta al rifugio Melano – Casa Canada di Frossasco, nella Val Chisone, nella zona di Fenestrelle e del Lago del Laux, grazie a fondi ottenuti tramite bandi regionali.

“Data la forte operatività del gruppo, la sezione Cai regionale e la Sosec-P (Struttura Operativa Sentieri e Cartografia – Piemonte, ndr) hanno deciso di promuovere e coinvolgerci nell’organizzazione di un corso di formazione per manutentori sentieri, così come è già stato fatto per altre sezioni locali” spiega Massimo Bruno, uno dei responsabili del gruppo di manutentori pinerolese. Il corso è stato composto da una lezione teorica online il 5 aprile e una pratica il 10 nei dintorni di Casa Canada.

Le lezioni sono state tenute da 8 manutentori volontari del gruppo del Cai Pinerolo. Dopo la lezione teorica, la formazione si è svolta imparando a svolgere vari lavori sul campo: tagliare e spostare gli alberi caduti sul sentiero, creare scalini nel terreno per facilitare il percorso, deviare le acque e costruire canalette per non rovinare i sentieri, dipingere in modo corretto la segnaletica del percorso. Durante tutto il corso ci si è focalizzati sugli aspetti di sicurezza, spiegando i movimenti corretti da effettuare e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale – secondo il manuale del Cai, il primo dovere di un manutentore di sentieri è infatti pensare alla propria salute e sicurezza.

“Noi del gruppo manutentori siamo tutti pensionati e sopra i 65 anni d’età, e solo tre su undici partecipanti sono donne – commenta Bruno –. È stato molto bello vedere, per questo corso di formazione, la partecipazione di interessati di tutte le età, anche molto giovani, e di molte ragazze. Nessuno di loro aveva esperienze pregresse sul campo, ma abbiamo notato in tutti passione e soddisfazione: abbiamo quindi molte speranze per il ricambio generazionale della nostra attività”.

Rosa Mosso e Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium