/ Attualità

Attualità | 22 agosto 2022, 08:45

Se il destino ti aspetta proprio lì

L'unica via d'uscita è godersi al meglio ogni istante che respiriamo, il bacio di chi amiamo, l'abbraccio di un amico, il sorriso di un bambino, lo sguardo di un anziano, un sorso di birra gelata

Beppe Gandolfo

Beppe Gandolfo

Nel giro di pochi giorni mi sono scontrato con l'ineluttabilità del destino. 

Un mio ex collega, che da tempo aveva cambiato attività, è stato travolto con il suo taxi sulla strada del Pino: morto sul colpo lui, illeso il passeggero che trasportava. Aveva 56 anni. Lascia la moglie, due figlie, un mondo di amici e una vita davanti.

Di anni ne aveva solo 26 Carlotta, compagna di classe di mio figlio. Sulla Grand Rue di Briançon è stata travolta da una serranda staccatasi dal secondo piano di un edificio, Probabilmente non si è nemmeno accorta che stava lasciando questa vita.

Ho provato a darmi delle risposte, a trovare un perché...tutto inutile. Non c'è nessuna risposta se non che, quando nasciamo, da qualche parte, c'è già scritto il momento della fine. E nessuno può far nulla per cambiare quella data. È Samarcanda, ragazzi...

L'unica via d'uscita è godersi al meglio ogni istante che respiriamo, il bacio di chi amiamo, l'abbraccio di un amico, il sorriso di un bambino, lo sguardo di un anziano, un sorso di birra gelata, e così via. Gli affanni, lo stress, la fatica di vivere, gli scatti di rabbia non servono a niente. Sono soltanto minuti di vita gettati alle ortiche. 

Tanto Samarcanda e il destino sono là che ci aspettano.

Beppe Gandolfo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium