Cronaca | 26 settembre 2022, 17:58

Videosorveglianza in Circoscrizione 5, Crescimanno insiste con il Comune: "Telecamere necessarie per il controllo del territorio"

Il presidente dell'area che comprende Borgo Vittoria e Vallette "insoddisfatto" della risposta dell'assessore Pentenero (installazione di due nuove telecamere) e si dice preoccupato per l’ordine pubblico e la sicurezza

telecamere - foto d'archivio

Videosorveglianza nella Circoscrizione 5, Crescimanno insiste: "Telecamere necessarie"

La Circoscrizione 5 è in forte pressione sul Comune di Torino per ottenere l'installazione di un sistema di videosorveglianza h24 che permetta di monitorare le aree più a rischio del territorio. L'obiettivo? Tutelare l'ordine pubblico e la sicurezza in una zona dove la microcriminalità, lo spaccio e i furti sembrano ormai incontrollati.

Il presidente Enrico Crescimanno insiste da mesi sulla vicenda, anche in seguito a un'interpellanza, intitolata "Sicurezza in Circoscrizione V e Daspo urbano", approvata dal Consiglio della Circoscrizione 5. Accanto a Crescimanno, l'assessore regionale Fabrizio Ricca, che ha sottolineato "l'ampia disponibilità a fermare questa escalation di azioni criminali, attraverso fondi da utilizzare per l'installazione di sistemi di videosorveglianza". "Non vi è traccia - si dice nell'interpellanza - delle telecamere che potrebbero essere finanziate dalla Regione Piemonte e installate in Borgo Vittoria come previsto da un odg approvato in Consiglio Comunale". Eppure "è ormai evidente che il problema della sicurezza nella zona Nord di Torino sia una preoccupante realtà".

L'assessora Gianna Pentenero ha risposto inoltrando alla Circoscrizione 5 quanto dichiarato dal capo della polizia municipale di Torino Roberto Mangiardi, ossia che "nell'ambito del progetto Argo sono presenti al momento nei territori della Circoscrizione 5 ben 16 telecamere presso il Parco Dora e altre due presso la biblioteca di corso Cincinnato 115. E' prevista inoltre l'installazione di altre due telecamere fisse in piazza Villari e in via Giachino, ma non si conoscono i tempi di realizzazione".

"Deluso" dalla risposta, Crescimanno spiega: "Dichiaro la mia insoddisfazione. Per questo, come Circoscrizione 5 richiediamo ancora con forza insieme all’assessore regionale Ricca che il tema della telecamere per il controllo del territorio come mezzo investigativo sia una priorità per la giunta comunale".

"Oggi più che mai - conclude il presidente della 5 - esprimo la mia forte preoccupazione per l’ordine pubblico e la sicurezza del territorio che come circoscrizione 5 rappresento; Che il comune prenda in dovuta considerazione la nostra preoccupazione e agisca di conseguenza".

Daniele Angi

Leggi tutte le notizie di NUOVE NOTE ›

Federica Monello

Giornalista pubblicista, ascoltatrice vorace di musica, amante di tutto ciò che è cultura. Nasco e cresco in Sicilia dove da studentessa di Lettere Moderne muovo i primi passi nel giornalismo, dopo poco unisco la scrittura alla passione per la musica. Giungo ai piedi delle Alpi per diventare dottoressa in Comunicazione e Culture dei media e raccontare di storie di musica, versi, suoni e passioni.

Nuove Note
Nuove Note è la rubrica che ogni settimana ti fa conoscere un nuovo progetto musicale emergente nato tra la Mole Antonelliana e un pentagramma, tra i boschi piemontesi e una sala prove casalinga, tra uno studio di registrazione e i chilometri che lo separano da un paesino in provincia. Nuove Note ti racconta le storie e la musica gli artisti più interessanti della scena musicale piemontese.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium