Attualità - 30 settembre 2022, 11:10

Torino, il ponte pedonale che unisce Aurora al centro si trasforma in un gioco per tutti

L'intervento di urbanismo tattico, realizzato dall'architetto Andrea Quarello e dall'artista Alessandro Rivoir nell'ambito del progetto “Aurora in Movimento”, verrà inaugurato oggi pomeriggio alle 18

Torino, il ponte pedonale che unisce Aurora al centro si trasforma in un gioco per tutti

Torino, il ponte pedonale che unisce Aurora al centro si trasforma in un gioco per tutti

Trasformare un ponte con una storia ultracentenaria in un grande gioco per tutti? Detto, fatto, grazie all'intervento di urbanismo tattico realizzato dall'architetto Andrea Quarello e dall'artista Alessandro Rivoir sulla passerella pedonale che collega materialmente e simbolicamente il quartiere Aurora al centro della città. Il cambio di look è stato possibile grazie al progetto Aurora in Movimento, promosso da UISP Torino, Associazione Arteria, Balon Mundial e Casa Umanista nell'ambito del bando Tonite; l'inaugurazione ufficiale è prevista per oggi pomeriggio alle 18.

Un gioco sul ponte “Moussa Balde”

Il ponte sulla Dora Riparia, conosciuto ai più come “del carbone” in virtù dei treni che un tempo trasportavano il combustibile verso i gasometri situati lungo il fiume, è stato informalmente intitolato a Moussa Balde da alcuni cittadini in memoria del giovane migrante morto suicida al CPR di Torino. Gli autori dell'opera, iniziata mercoledì, ne hanno verniciato la pavimentazione da cima a fondo stravolgendone non solo l'aspetto ma anche il senso: “L'idea - spiegano – ci è venuta osservando il percorso di educazione stradale per bambini presente al parco Crescenzio, in lungo Dora Colletta: le linee tracciate con vernice bianca sono larghe 12 centimetri e ricordano appositamente la segnaletica orizzontale, che noi abbiamo preso e reso divertente trasformandola in un gioco. A garantire la sua sostenibilità, inoltre, è la particolare durevolezza dei materiali utilizzati e la possibilità di ritoccare le strisce grazie ad apposite dime”.

Fruibilità e intuitività

Il gioco ha anche alcune caratteristiche molto particolari che lo rendono, di fatto, unico: “Per renderlo fruibile - proseguono - a tutti, compreso chi non è ancora alfabetizzato, abbiamo scelto di non inserire scritte privilegiando l'intuitività: il gioco, infatti, è composto da 2 percorsi speculari che occupano l'intera lunghezza del ponte, circa 30 metri, dove è anche possibile sfidarsi a chi arriva primo da una parte all'altra. All'interno, infine, abbiamo anche inserito un'insolita versione 'scomposta' del 'gioco della settimana', con i quadrati posizionati in ordine sparso”. Durante la festa di oggi pomeriggio sono previste anche alcune letture tratte dal volume “Intersviste – Interviste impossibili a personaggi possibili del quartiere”, scritto dallo stesso Quarello, mentre a seguire sarà la volta del live della cantautrice Rania Kazhour.

Le iniziative future

L'intervento del duo Quarello-Rivoir non è il primo realizzato nel quartiere nell'ambito di Tonite: gli stessi autori, infatti, avevano già agito davanti alla Scuola Primaria “Parini” di corso Giulio Cesare angolo corso Brescia, mentre a ottobre è prevista una terza e ultima opera su un muretto posizionato nei pressi del “Trincerino” di via Cecchi, lungo quel che resta dell'ex tratto urbano della ferrovia Torino-Ceres.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU