/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 novembre 2022, 07:10

Ospitalità e accoglienza a bordo per dare lavoro ai giovani, con ITS l'occupazione in Piemonte prende (alta) velocità

Percorso unico in Italia, "Caring on board" forma figure al servizio dei passeggeri sui treni: parte dalla nostra regione e coinvolgerà tutta Italia. Due anni per 1800 ore e con un compenso per chi frequenta

Ospitalità e accoglienza a bordo per dare lavoro ai giovani, con ITS l'occupazione in Piemonte prende (alta) velocità

Un nuovo corso per costruire un ponte tra i giovani e il lavoro. Un ITS, nuova formula di formazione post diploma che si sta affermando in questi ultimi anni con risultati di collocamento considerevoli, superiori al 90%.

Questa volta tocca al terziario, in particolare al Commercio, il turismo e l'assistenza ai viaggiatori. Primo caso in Italia, "Caring on board" si presenta con Ascom ed Elior (brand attivo nella ristorazione collettiva, multinazionale francese che gia occupa 14mila persone in Italia) per formare profili di assistenza ai viaggiatori sui treni ad alta velocità. Ma l'orizzonte può essere anche più ampio: eventi e non solo, come conferma anche i tanti ambiti in cui lavora Elior.

Sono 30 i posti a disposizione per questo biennio sperimentale, ma se le cose andranno bene l'esperienza potrà ripetersi.

Coppa (Ascom): "Un'occasione per le famiglie e i ragazzi"

"Oltre a manager del turismo, organizzazione di eventi e ospitalità specializzata - dice Maria Luisa Coppa, presidente di Ascom Torino e provincia - vogliamo potenziare una grande opportunità per chi finisce le superiori e non vogliono andare all'università, ma vogliono lavorare. Non mancano poi i laureati che vogliono comunque inserirsi in un comparto specifico".

"I tassi di collocamento sono considerevoli grazie ai rapporti che si creano tra ragazzi e aziende già durante il percorso formativo, ma se ne parla ancora poco. Le famiglie e i giovani dovrebbero prendere in forte considerazione questa soluzione".

Due anni di corso, con un compenso

Nel caso di questo ITS, inoltre, i ragazzi percepiranno un compenso già durante il percorso formativo di due anni. E partendo dal Piemonte, il corso avrà rilievo nazionale, senza escludere anche ricadute internazionali.

Passata la selezione, i giovani avranno un contratto di alto apprendistato, secondo la formula duale e già durante il corso potrebbero capitare occasioni lavorative al 100%. Si alterneranno ore di laboratorio e pratica sul campo.

Elior: "Ci serve personale di qualità"

"L'iniziativa risponde a una necessità della nostra azienda, anche a livello qualitativo - sottolinea Mauro Natali, responsabile risorse umane di Elior - e fin dal primo giorno i ragazzi finiranno a nostro libro paga e saranno nostri dipendenti. Il proseguimento del rapporto sarà legato ai risultati del percorso. Volendo, ci sarà posto per tutti e 30 i partecipanti".

"L'accoglienza non deve più essere percepito come ripiego, ma come vera professione da sviluppare", auspica Natali.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium