/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2022, 15:25

Dall’aborto al cambio di sesso biologico, il podcast ‘Universali’ dà voce alle minoranze

Realizzato da tre giovani all’interno di un progetto della biblioteca di Torre Pellice, raccoglie storie di vita

La presentazione del podcast di sabato 19 novembre

La presentazione del podcast di sabato 19 novembre

Parla di aborto e di alcolismo, ma non solo. Lo fa attraverso storie forti, con l’approccio del dare voce e ascoltare: queste sono le caratteristiche del podcast ‘Universali: storie e approfondimenti contro i tabù’ creato da tre giovani volontari del Servizio civile universale alla biblioteca comunale Carlo Levi di Torre Pellice.

L’iniziativa nasce dal progetto ‘L’ombelico del mondo. Promozione di storie, culture locali e minoranze religiose’ promosso dalla Diaconia Valdese per il Servizio Civile Universale 2021-2022. “Siamo partiti dal voler dare valore a minoranze e categorie sociali fragili – spiega la ventunenne Serena Paone, che insieme al ventiduenne Stefano Hugon e alla ventitreenne Nathalie Rostagnotto ha ideato e realizzato ‘Universali’ –. L’obiettivo del podcast e delle storie che abbiamo scelto di raccontare è di dimostrare la validità di ogni storia di vita ed esperienza, mostrando come le differenze siano un arricchimento per la nostra società, e non qualcosa da nascondere, discriminare o abbattere”.

I quattro episodi, della durata di circa venti minuti, affrontano tematiche diverse partendo dal racconto diretto dei quattro ospiti protagonisti per approfondire aspetti particolari delle loro esperienze. ‘Giulia: ho abortito e sto bene’ affronta il tema dell’aborto non come un evento drammatico, ma come una libera scelta della donna, approfondendo gli ostacoli che la società pone a questa scelta; ‘Maria: qui è sempre notte’ parte dal racconto di una sopravvissuta alla violenza domestica per analizzarne le cause e le dinamiche interne di isolamento e abuso, anche psicologico; ‘Gioele: nessuno mi ha detto niente’ tratta il tema dell’alcolismo, di come ci si possa disintossicare e dare sostegno a chi è vittima di dipendenze; infine ‘Andrea: un giorno questo dolore ti sarà utile’ racconta l’esperienza di transizione di genere, tra terapie e ostacoli burocratici, ma anche grande sollievo e felicità.

“Sono storie molto forti, ma forti sono anche le persone che le hanno raccontate – continua Paone –. Con questo podcast abbiamo dato voce a minoranze, a chi difficilmente viene ascoltato: in questo modo non solo abbiamo potuto dare un sostegno a chi si trova a vivere situazioni come quelle raccontate, ma abbiamo anche potuto diffondere queste storie a chi non le conosce. Il titolo ‘Universali’ significa infatti che chiunque possa rivedersi nelle parole che ascolta, nonostante le storie siano personali”.

Il progetto ha coinvolto la biblioteca comunale Carlo Levi di Torre Pellice e l’emittente Rbe (Radio Beckwith Evangelica), ed è stato registrato alla Biblioteca delle Resistenze di Torre Pellice. I tre volontari hanno inoltre ricevuto sostegno formativo con il corso ‘Podcasting: corso di creazione contenuti audio’ di ‘Sapere digitale’, progetto di educazione civica digitale sostenuto dalla Regione Piemonte della Fondazione Ecm e Biblioteca di Settimo Torinese. “È stato un progetto molto intenso, dove abbiamo messo molta cura, curiosità e affetto. Siamo tre menti molto diverse, e spesso non eravamo d’accordo su come lavorare, ma alla fine le nostre differenze sono state un punto di forza” conclude Paone. Il podcast è ascoltabile gratuitamente sulle piattaforme Spreaker e Spotify e dal sito internet di Rbe.

Rosa Mosso

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium