/ Attualità

Attualità | 30 novembre 2022, 16:20

Disabilità, a Torino un 3 dicembre tra novità e tradizione con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita

Presentate le iniziative organizzate dalla CPD nell'ambito della Giornata Internazionale: oltre ai consueti appuntamenti con il convegno e le scuole, fondato un premio giornalistico

conferenza CPD

Disabilità, a Torino un 3 dicembre dedicato al miglioramento della qualità della vita

Sarà la qualità della vita il fulcro dell'attenzione degli eventi organizzati, a Torino, dalla CPD Consulta Persone in Difficoltà in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. Dal 3 dicembre, data scelta dall'ONU per la ricorrenza, la città sarà protagonista di una serie di iniziative per approfondire diverse sfaccettature della tematica.

La medaglia di Mattarella

Per l'impegno nel settore, la CPD è stata insignita di una medaglia da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Quest'anno - ha dichiarato la presidente della Consulta Francesca Bisacco – abbiamo 3 obiettivi principali: individuare elementi concreti per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, creare un substrato valoriale e culturale per facilitarla e promuovere un lessico adatto in grado di allontanarsi dal pietismo e dall'imbarazzo con cui ci si approccia alla tematica”.

Eventi tradizionali e nuovi

Gli appuntamenti in programma sono diversi: si inizierà sabato 3 dicembre, alle OGR, con il convegno sull'Agenda della Disabilità (dalle 10 alle 12.30), in cui saranno presentati i primi risultati del progetto nazionale che ha coinvolto oltre 300 organizzazioni appartenenti al mondo dell'associazionismo e della società civile, per poi proseguire nel pomeriggio al Museo del Cinema (dalle 17.30 alle 18.30) con la presentazione del videoclip della “Cipidillo Song”, realizzata per rappresentare i valori della CPD e per lanciare la campagna “Dona il tuo tempo, regala una speranza”.

Il calendario si concluderà martedì 6 dicembre con la tradizionale “Giornata dedicata alle scuole”, al PalaRuffini, con la partecipazione di circa 10mila studenti e insegnanti in presenza e in streaming; Alle iniziative tradizionali, si affiancherà la prima edizione del premio giornalistico “3 dicembre”, dedicato alla memoria del fondatore e storico presidente di CPD Paolo Osiride Ferrero: a essere premiati saranno il miglior articolo e la miglior opera letteraria sulla disabilità e sulle persone in difficoltà in generale.

Il supporto delle istituzioni

Gli eventi del 3 dicembre sono organizzati con il contributo della Regione Piemonte: “Una società – ha sottolineato l'assessore alle politiche sociali Maurizio Marrone – che cambia in modo vorticoso mette in difficoltà tutti e ancora di più chi è maggiormente a rischio. Per questo, non possiamo permetterci che il tema della disabilità passi in secondo piano: la riforma del terzo settore ha fatto il suo con la valorizzazione della co-progettazione e la CPD, che utilizza questo approccio da tempo, deve avere le istituzioni al suo fianco”.

La Città di Torino, infine, ha concesso il patrocinio: “Sul tema - ha commentato l'assessore al welfare Jacopo Rosatelli – c'è ancora molto da fare: le istituzioni pubbliche e le imprese private devono collaborare per facilitare l'accessibilità in qualsiasi ambito; al momento, come Città, siamo in una fase di ripartenza ma stiamo lentamente riprendendo con i soggiorni estivi. Conosciamo, infine, la sofferenza del settore culturale in questo momento storico ma, nonostante tutto, occorre lavorare perché continuano ad esistere grandi eventi inaccessibili”.

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium