/ Politica

Politica | 02 dicembre 2022, 16:12

La Regione Piemonte sostiene le Pmi che vogliono affacciarsi sui mercati internazionali

L’assessore Fabrizio Ricca: “Il compito delle istituzioni è sostenere con ogni mezzo a disposizione chi fa impresa”

La Regione Piemonte sostiene le Pmi che vogliono affacciarsi sui mercati internazionali

La Giunta regionale ha approvato una misura che intende consolidare la presenza competitiva internazionale delle piccole e medie imprese piemontesi, favorendone la penetrazione organizzata nei mercati esteri.

Presentata oggi alle pmi, prevede l’avvio di una procedura ad evidenza pubblica (un avviso) finalizzata alla partecipazione ai Progetti Integrati di Filiera che verranno attivati per i seguenti comparti produttivi: Automotive, Transportation, Aerospazio, Cleantech, Green, Building, Tessile, Abbigliamento-Alta gamma-Design, Agroalimentare, Meccatronica, Salute Benessere.

Il bando, a cui le pmi potranno presentare domanda sino alle ore 12 del 15 dicembre 2022, permette alle imprese ammesse di accedere alle attività promosse e realizzate dalla Regione Piemonte attraverso il soggetto esecutore Ceipiemonte s.c.p.a.

“Oggi è una giornata importante perché presentiamo alle imprese il nuovo bando per la partecipazione ai PIF, i Progetti Integrati di Filiera. Si tratta di progetti ‘ponte’ che ci traghetteranno verso i nuovi fondi europei del periodo 2021-2027, fondi che all’internazionalizzazione vedono destinati 45 milioni di Euro - ha affermato l’assessore all’Internazionalizzazione della Regione Piemonte Fabrizio Ricca -. Come Giunta abbiamo voluto destinare oltre 3 milioni di fondi FSC al finanziamento di questo bando per i PIF, così da assicurare alle circa 800 PMI piemontesi già partecipanti alla precedente edizione la partecipazione ai principali eventi del primo semestre 2023, oltre che consentire a sempre nuove imprese di aggiungersi”.

“I Progetti Integrati di Filiera sono pensati e ideati a misura delle pmi piemontesi - ha dichiarato Dario Peirone, presidente di Ceipiemonte -. Sono strumenti concreti che, grazie al supporto di Regione Piemonte, offrono alle imprese del territorio un insieme strutturato di attività per supportare la crescita sui mercati esteri del Made in Piemonte. Nell’ultima annualità che si è appena conclusa sono state oltre 150 le iniziative organizzate da Ceipiemonte, tra cui fiere internazionali, business convention, workshop con buyer in Piemonte, incontri b2b con la committenza internazionale, assistenza continuativa e percorsi individuali. Si riparte con una nuova edizione con rinnovato slancio ed energia, in sinergia con le imprese e forti delle eccellenze produttive del territorio, con l’obiettivo di supportarle efficacemente sui mercati internazionali”.

Quali sono, nel concreto, le azioni messe in campo?

- Percorsi collettivi volti alla crescita culturale e competitiva per le imprese che intendono proporsi ed operare sui mercati internazionali.

- Attività quali incontri e webinar su focus Paese e/o tematiche settoriali e manageriali quali normative internazionali, contrattualistica commerciale, digitalizzazione ecc.

- Percorsi di supporto all’aggregazione anche attraverso tavoli tecnici per analizzare la domanda internazionale, adeguare il prodotto, presentare offerte aggregate anche attraverso la predisposizione di materiali promozionali comuni e il progressivo impiego di strumenti digitali.

- Percorsi individuali volti alla crescita culturale e competitiva per le imprese che intendono proporsi ed operare sui mercati internazionali, con attività di preparazione all’internazionalizzazione, inclusa la digitalizzazione dell’offerta.

- Partecipazione in forma collettiva a fiere internazionali, eventi espositivi, business convention, sia in modalità fisica che virtuale, (con esposizioni su piattaforme digitali ecc.), anche con la predisposizione di materiali promozionali comuni.

- Organizzazione di eventi con incontri B2B fra aziende piemontesi e straniere realizzati sia all’estero sia attraverso missioni di incoming di buyer stranieri o di gruppi multinazionali che su market place, piattaforme digitali ed altri strumenti di incontro fra domanda e offerta.

- Assistenza continuativa individuale accompagnamento e follow up su mercati prioritari o verso key player di riferimento, monitoraggio tematiche specifiche nell’ottica dello sviluppo di business, anche con la fornitura di servizi sui mercati stranieri. Tale assistenza sarà fornita da Ceipiemonte anche ricorrendo a strutture istituzionali del Sistema Italia come la rete diplomatica e quella degli uffici Ice . 

L’adesione al/ai PIF è gratuita.

Alle pmi ammesse al/ai PIF sarà concessa un’agevolazione consistente in una riduzione sui costi di partecipazione alle azioni che saranno proposte nell’ambito delle attività di ogni progetto.

La riduzione sarà quantificata ex-ante per ogni singola azione a cui le pmi daranno specifica adesione. Il valore massimo dell’agevolazione concedibile è di 15mila euro ad impresa per ogni PIF a cui la stessa risulti ammessa e comunque nei limiti di disponibilità de minimis dell’impresa.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito della Regione Piemonte nella sezione "Bandi - contributi e finanziamenti” https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/progetti-integrati-filiera-pif-annualita-2022-2023

https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/progetti-integrati-filiera-pif-annualita-2022-2023

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium