/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2023, 11:57

Eccesso di velocità e semafori "bruciati": nel 2023 Torino conta di incassare 77 milioni dalle multe

Ad oggi attivi tredici T-Red: a bilancio previsti tra i 5 e 6 milioni di sanzioni

foto di archivio

Nel 2023 Torino conta di incassare 77 milioni dalle multe

Guida senza cintura di sicurezza o con cellulare, eccesso di velocità, semaforo "rosso" bruciato, conducente ubriaco o peggio drogato. Il Comune di Torino, nel 2023, conta di incassare 77 milioni di euro per infrazioni varie al codice della strada.

Ad illustrare i dati l'assessore alla Sicurezza Gianna Pentenero, presentando il bilancio di previsione 2023. Nel documento finanziario la Polizia Municipale ha entrate per 84 milioni di euro: la parte più consistente, ovvero 77 milioni di euro, sono multe a torinesi indisciplinati al volante.

I T-Red

Ad oggi sono tredici i T-Red attivi nel capoluogo piemontese: il 9 febbraio scorso Palazzo Civico ha acceso gli ultimi impianti in corso Inghilterra all'angolo con corso Vittorio Emanuele II e corso Castelfidardo, mentre il secondo in piazzale San Gabriele di via Gorizia/corso Unione Sovietica. 

Nel 2023 la Città conta di incassare tra i 5 e i 6 milioni dai semafori intelligenti che fotografano e multano chi brucia il rosso al volante. 

"Il dato più rilevante - ha commentato il vicecapogruppo di Torino Bellissima Pierlucio Firrao - è la previsione sulle multe: in due anni si passa dai 41 milioni incassati nel 2021, ai 77 milioni previsti nel 2023. In un biennio le sanzioni sono raddoppiate: il rischio che il cittadino si senta perseguitato, più che sicuro sulle strade, è alto". Di segno opposto l'intervento del capogruppo del M5S Andrea Russi: "Nel previsionale 2022 c'erano 96 milioni da infrazioni al codice della strada: quest'anno siamo scesi del 20%. Questo vuol dire che c'è stato un adattamento al T-red e la gente rispetta maggiormente le regole della strada. Il dato può essere preoccupante a livello di bilancio, ma non sicurezza".

Nel 2022 più multe 

L'anno scorso il Comune ha incassato più soldi dalle multe agli automobilisti. Nel 2022 infatti le sanzioni per violazioni varie al codice della strada (eccesso di velocità, passaggio con il rosso e guida con il cellulare) sono state 933.865: al 7 febbraio l'incasso è stato di 57 milioni e 834mila euro. Di questi quasi 41 milioni sono stati versati "spontaneamente" dai torinesi, che si sono ritrovati il foglietto dei Civich sotto il tergicristallo o nella buca delle lettere.

Confrontando i dati con il 2019, ultimo anno pre Covid e quindi con livelli di mobilità simili, nell'anno che si è appena chiuso il Comune ha incassato ben 7 milioni di euro in più (+14%).

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium