/ B. Vittoria / Vallette

B. Vittoria / Vallette | 14 giugno 2023, 20:56

Kappa FuturFestival, il Comitato Dora Spina 3 avverte: "Qui è zona residenziale, il Comune ne tenga conto"

I cittadini chiedono il trasferimento "in un luogo che non sia un'area verde e che sia il più lontano possibile dalle case"

Kappa FuturFestival, il Comitato Dora Spina 3 avverte: "Qui è zona residenziale, il Comune ne tenga conto"

Quasi metà del Parco Dora sarà (progressivamente) occupata per un mese dal Kappa FuturFestival. Per un pubblico che, nel mese di luglio, dovrebbe avvicinarsi alle 100mila presenze.

Parte da questa considerazione la lamentela che arriva dal Comitato Dorma Spina 3, che oggi scrive: "Ha ragione chi dice che è proprio il grande successo del concerto (che monopolizza il parco per parte dell'estate) a consigliarne il trasferimento in un luogo che non sia un'area verde e che sia il più lontano possibile da residenze. Eppure, il Comune continua a rinnovare la disponibilità del Parco Dora, peraltro con una tariffa di occupazione del suolo pubblico scontata e assai minore di quella pagata dai cittadini che fanno iniziative nei quartieri".

"Mentre l'organizzazione del KFF si sgrava la coscienza dei problemi che crea (di rumore, di traffico, di devastazione del parco) con alcune risibili donazioni alla Città e con la manutenzione di una delle aree verdi. 'Compensazioni' che non sono all'altezza del grande impatto complessivo dell'evento. Se poi si procederà alla costituzione di un Comitato di gestione pubblico-privato del Parco Dora, gli interessi privati, mettendo a reddito il parco (che, non dimentichiamolo, è un area verde), lo trasformeranno via via in una sede permanente di eventi. Tale Comitato di gestione finirebbe inoltre per spostare la decisionalità sul Parco al di fuori degli organismi elettivi. Quelli che devono essere responsabili sia delle politiche che riguardano il territorio che nei confronti delle esigenze e delle istanze dei cittadini. E i residenti di Spina 3? In quasi vent'anni di vita di Spina 3 non hanno avuto a disposizione un luogo pubblico di aggregazione quotidiana (tipo una casa del quartiere) e neanche un evento culturale come i punti verdi, previsti annualmente in Città. A che santo dovrebbero votarsi per mantenere il Parco Dora area verde, pubblica, aperta a tutti tutto l'anno?".

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium