/ Attualità

Attualità | 17 giugno 2023, 10:15

Un defibrillatore a Grand Puy di Pragelato in memoria di Sergio Griot

La famiglia ha donato lo strumento che sarà inaugurato domenica 18 giugn

Sergio Griot con la moglie Maria

Sergio Griot con la moglie Maria

Un aiuto prezioso in una borgata di montagna lontana dagli ospedali: la famiglia di Sergio Griot, pragelatese scomparso a marzo a settantasette anni, dona un Dae, defibrillatore semiautomatico esterno, alla sua frazione d’origine. L’inaugurazione si terrà domani, domenica 18 giugno, nella zona del vecchio forno.

Nato a Grand Puy, Sergio Griot si trasferì a Perosa Argentina per il lavoro in fabbrica, ma rimase legato alla sua borgata. “Tornava su tutti i fine settimana e le estati, non ha mai smesso di chiamare Grand Puy la sua casa – racconta Francesca Guigas, ex consigliera comunale di Pragelato –. Negli ultimi anni aveva spesso proposto l’acquisto di un Dae da collocare in centro, utile a un paese distante dagli ospedali, citando anche se stesso come possibile beneficiario. Quando è venuto a mancare, la famiglia ha deciso di donarne uno in ricordo delle sue parole”. L’inaugurazione sarà al vecchio forno della borgata alle 13: “È un luogo molto frequentato, accessibile e conosciuto da tutti: un tempo rappresentava davvero il fulcro della vita di Grand Puy, e speriamo che così possa tornare a essere utile alla vita di chi lo frequenta” conclude Guigas.

Rosa Mosso

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium