/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2023, 22:00

Da Collegno a Rorà per aprire il sogno nel cassetto: arriva il nuovo gestore del campeggio comunale

Si occuperà della struttura assieme al compagno, con l’obiettivo di stabilire la sua famiglia nel paese dell’alta Val Pellice

Matteo Rea e Cristina Pidello

Matteo Rea e Cristina Pidello

L’intuizione è nata un mattino scorrendo i post su Facebook e trovando la notizia di ‘Piazza Pinerolese’ in cui si parlava della riapertura del campeggio di Rorà e della ricerca di un nuovo gestore. La cantalupese Cristina Pidello l’ha condivisa subito con il compagno Matteo Rea e, ritrovandosi a casa la sera, non hanno avuto dubbio: era l’occasione che cercavano. Trentaquattrenne, mamma di Agata di quattro anni e mezzo e di Diego di due, Pidello sabato scorso ha lavorato per l’ultimo giorno nella cooperativa di Collegno dove era mediatrice socio-culturale, professione che ha abbandonato per diventare il gestore del campeggio di Rorà: “Sono nata a Torino e negli ultimi anni ho sempre cercato di spostarmi a vivere con la mia famiglia in un contesto più naturale, prima a Cumiana e poi a Cantalupa. Anche nel mio lavoro di mediatore, svolto soprattutto con i giovani, ho sempre cercato di organizzare attività legate alla natura” racconta.

La notizia della disponibilità del campeggio ha aperto uno spiraglio nella routine da pendolare di Pidello: “Ho viaggiato tra Cantalupa e Collegno per tre anni tutti i giorni e ho cominciato a pormi domande sul mio futuro lavorativo”. Nel cassetto lei e il compagno hanno sempre avuto il sogno di salire a vivere, e a lavorare, in montagna: “Immaginavamo di gestire un rifugio, ma il campeggio ci sembra decisamente un buon compromesso”.

Nei prossimi giorni riceverà le chiavi della struttura dal Comune di Rorà e comincerà con l’allestimento dello spazio per i campeggiatori e della casa del custode. L’auspicio è di aprire al pubblico a fine luglio: “Non ci dispiacerebbe però continuare a tenere aperto il campeggio anche al termine della stagione estiva” annuncia.

L’obiettivo che condivide con il suo compagno è spostarsi a vivere a Rorà: “Stiamo cercando casa e abbiamo già iscritto nostra figlia alla scuola di Luserna San Giovanni, anche se al momento è in lista d’attesa”. Per loro il paese in alta Val Pellice è un ambiente nuovo ma che suscita sensazioni forti: “Ci è subito sembrato il posto dove stare. Per il verde e per la comunità di persone che abbiamo incontrato e con sui sembra possibile dialogare”. Assieme alla famiglia saliranno a Rorà anche le api che allevano da qualche anno. “Sappiamo che questo lavoro per noi sarà una sfida. Ma il desiderio di provarci è troppo forte” rivela.

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium