/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 12 settembre 2023, 18:58

Teatro Regio, la Juive ("L'ebrea) torna a Torino dopo 150 anni per inaugurare la nuova stagione [VIDEO]

Un titolo francese non certo tra i più conosciuti scelto per dare il via all'anno di rinascita del teatro d'Opera cittadino. Il sovrintendente Jouvin: "Musica stupenda e drammaturgia top, il pubblico uscirà dicendo 'wow'"

Presentazione della nuova stagione del Regio

Nuova stagione per Teatro Regio 2023-2024

Il Teatro Regio apre quello che si annuncia come un anno di rinascita e rilancio con una doppia sfida: un cartellone con titoli non scontati, forse un po' meno conosciuti dal grande pubblico, e una 'prima' davvero curiosa. A inaugurare la stagione sarà infatti "La Juive" ("L'ebrea"), opera francese in lingua originale (e soprattitoli in italiano) mai rappresentata a Torino negli ultimi 150 anni.

Una scelta fortemente voluta dal sovrintendente Mathieu Jouvin, che di fatto firma per la prima volta interamente il cartellone della stagione del Teatro Regio. "La Juive è un titolo pazzesco, sono sicuro che farà innamorare il pubblico", ha spiegato, "Le musiche sono bellissime, la storia è accattivante, la drammaturgia top. La scelta è caduta su quest'opera perché volevamo aprire la stagione con una produzione grandiosa che impegnasse al massimo tutti i nostri lavoratori per mostrare le competenze a disposizione del Regio: dalla scenografia agli allestimenti, dall'Orchestra al Coro. Il risultato è un allestimento degno di Hollywood".

"La Juive", ha spiegato Jouvin, "è un'Opera preverdiana, con una dimensione politica ma anche un aspetto romantico. La musica è molto forte e molto bella, con in sé una potenza che saprà commuovere ed emozionare: chi si prenderà il rischio di venire a vederla uscirà dicendo 'wow'". La dimostrazione che la scelta potrebbe risultare azzeccata è la segnalazione della guida internazionale Musique & Opéra 23-24, che l'ha menzionata tra le dieci opere da non perdere in questa stagione.

La prima è in programma il 21 settembre, poi seguiranno altre cinque recite fino al 3 ottobre. Martedì 19 settembre, invece, l'Anteprima Giovani riservata agli under 30, con biglietti speciali al prezzo di 10 euro. 

Sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro Regio sale Daniel Oren, appassionato conoscitore della Juive, opera che ha già diretto due volte, alla Royal Opera House di Londra nel 2006 e Opéra de Paris nel 2011. La nuova produzione è di Stefano Poda che firma regia, coreografia, scene, costumi e luci. I protagonisti sono, tra gli altri, Mariangela Sicilia (Rachel) e Gregory Kunde (Éléazar).

BIGLIETTERIA E INFORMAZIONI

I biglietti per La Juive sono in vendita alla Biglietteria del Teatro Regio e on line su www.teatroregio.torino.it. Info tel. 011.8815.241/242.

Piazza Castello 215, biglietteria@teatroregio.torino.it. Orario di apertura: da lunedì a sabato ore 11-19; domenica ore 10.30-15.30; sito web www.teatroregio.torino.it

Daniele Angi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium