/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 06 dicembre 2023, 16:25

Edo, inaugurato lo sportello sulla Ue al Campus Einaudi

Obiettivo? Mettere a disposizione della collettività le competenze e l'esperienza di docenti, studenti, studentesse di UniTo e del personale del Centro di informazione europea della Città metropolitana

Edo, inaugurato lo sportello sulla Ue al Campus Einaudi

Mercoledì 6 dicembre 2023  è stato ufficialmente presentato al Campus Luigi Einaudi di Torino il nuovo Sportello EDO – Europa Diritti Opportunità frutto della collaborazione tra la Cattedra di diritto dell'Unione europea del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Torino e il Centro di informazione europea Europe Direct della Città Metropolitana di Torino.

Uno sportello aperto al pubblico tutti i mercoledì negli spazi del Campus di Lungo Dora Siena 100 per saperne di più su come: fare un tirocinio alle istituzioni europee, presentare una petizione al Parlamento europeo denunciare un caso di cattiva amministrazione di uno degli organi UE fare una esperienza di formazione, studio o lavoro in un altro paese UE per avere chiarimenti sui diritti legati alla cittadinanza europea.

Lo sportello torna al Campus, dopo una esperienza felice nata nel 2016 ma che si è interrotta con la pandemia nel 2020, per mettere a disposizione della collettività le competenze e l'esperienza di docenti, studenti, studentesse di UniTo e del personale del Centro di informazione europea della Città metropolitana di Torino, per facilitare l’accesso alle informazioni sulle opportunità offerte dall’Unione europea e fornire utili strumenti per garantire la tutela dei diritti di ogni persona, diffondere la conoscenza del processo di integrazione europea e accrescere la consapevolezza della sua importanza per la protezione dei diritti di tutti.

L’ inaugurazione è stata occasione per una “lezione aperta’ della Cattedra di Diritto dell'Unione europea e per riflettere sullo stato di salute della democrazia europea. Fabrizio Spada dell’Ufficio del Parlamento europeo è intervenuto a presentare il ruolo che il Parlamento svolge quotidianamente nei negoziati con le altre istituzioni, allo scopo di tutelare gli interessi delle cittadine e dei cittadini dell’Unione rispetto alle scelte decisive per la vita di tutti. Un tema tanto più rilevante se si considera il prossimo appuntamento elettorale con le elezioni europee del prossimo giugno 2024.

La professoressa Susanna Cafaro, ordinaria all’Università del Salento ha portato l’attenzione sulla proposta di riforma dei trattati europei recentemente avanzata dallo stesso Parlamento europeo, sulla scorta delle proposte e delle sollecitazioni formulate dai cittadini europei durante i due anni di coinvolgimento e consultazioni legate alla Conferenza sul futuro dell'Europa.

Lo sportello EDO si inserisce in questa dimensione di riferimento, supporto e aiuto per promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita democratica delle istituzioni europee, per presentare una petizione al Parlamento europeo o denunciare un caso di cattiva amministrazione di uno degli organi UE o avere chiarimenti sui diritti legati alla cittadinanza europea e altro ancora, ha spiegato il professore associato di diritto dell’Unione europea, Stefano Montaldo, titolare della Cattedra Jean Monnet che contribuirà con il suo dipartimento alla gestione dello sportello.

“EDO è anche opportunità” ha evidenziato la consigliera della Città metropolitana Valentina Cera “perché l’Europa moltiplica le occasioni per i territori e per i cittadini, soprattutto i più giovani”.

Lo sportello EDO sarà aperto a partire dal mese di gennaio 2024 tutti i mercoledì negli spazi del Campus di Lungo Dora Siena, Atrio Aule Laboratori LI Blocco D4

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium