/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 06 dicembre 2023, 15:35

La Uil attacca il Comune di Torino: "Ingiustificati i tagli ai fondi destinati a disabili e anziani"

I pensionati della Uil H intervengono sul Bilancio di Previsione 2024/2026: "Auspichiamo una rivisitazione di quanto deciso: servono correttivi decisi"

foto di repertorio

La Uil attacca il Comune di Torino: "Ingiustificati i tagli ai fondi destinati a disabili e anziani"

"A poca distanza dalla Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, pur apprezzando l’aumento di spesa passato da 127.656.723,16 del Bilancio di Previsione del 2023 a 132.591.551,02 del Bilancio Previsione del 2024, per il Dipartimento Servizi Sociali, esprimiamo notevole preoccupazione per i tagli previsti in alcune delle voci del Bilancio di Previsione finanziario 2024-2026 della Città di Torino", attacca in una nota Marco Bellagamba, H Uil Pensionati.

"In particolare esprimiamo preoccupazione per le sezioni riguardanti “Persone con Disabilità, Anziani e Tutele, Promozione della Sussidiarietà, della Salute e Inclusione Sociale”. Auspichiamo che tali tagli vengano rivisti e invitiamo l'amministrazione comunale di Torino a darci delle risposte. Riteniamo che la percentuale di risorse, rispetto al totale, utilizzata per le persone in difficoltà non debba assolutamente diminuire", prosegue la Uil H.

"Siamo altresì convinti che siano necessari correttivi decisi affinché le azioni e gli interventi siano più efficaci e raggiungano, con maggiore precisione, gli obiettivi fissati, in particolare partendo da elementi concreti che potrebbero rappresentare evoluzioni positive di buone iniziative già in atto", conclude Bellagamba.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium