/ Politica

Politica | 22 febbraio 2024, 13:03

Ricca (Lega) sul mancato sopralluogo ad Aska: "Se non può entrare un consigliere, allora va sigillato" [VIDEO]

Il consigliere di minoranza, qualora non si potrà entrare nell’edificio di Corso Regina Margherita 47 entro il 29 febbraio, inoltrerà la richiesta al ministro Piantedosi e chiederà un presidio di polizia nei pressi della struttura

Ricca (Lega) sul mancato sopralluogo ad Aska: "Se non può entrare un consigliere, allora va sigillato" [VIDEO]

Si sarebbe dovuto tenere questa mattina, giovedì 22 febbraio, alle ore 11,30 il sopralluogo all’interno dei locali dell’Askatasuna come richiesto dal consigliere della Lega Fabrizio Ricca.

La richiesta è datata 19 febbraio, come spiega Ricca, è da regolamento del Consiglio comunale si ha dieci giorni di tempo per poterlo effettuare. C'è ancora tempo, quindi. Ma non trop

Ricca: "La mia richiesta non decade"

 

 

"Premetto che credo al sindaco", commenta il consigliere di minoranza della Lega in una conferenza indetta davanti al munucipio e aggiunge "il sopralluogo che avevamo pianificato doveva essere fatto entro dieci giorni. La mia richiesta non decade, sono pronto per entrare e abbiamo tempo fino a giovedì (29 febbraio ndr) per farlo".

Problemi strutturali o politici?

"Se invece non si potesse entrare - prosegue il consigliere - chiederò al ministro Piantedosi di far sigillare il locale e di mettere un presidio di polizia nei pressi della struttura per fare in modo che nessuno possa entrarci. Se il luogo non è sicuro al punto che non può entrare un consigliere nell’esercizio delle sue funzioni, allora non può entrarci nessuno. Se i problemi sono strutturali lo sono per tutti, se non sono strutturali parliamo di problemi politici".

"Quali i termini della riconsegna di Aska?"

"La paura è quella che potrebbe ancora esserci qualcuno all’interno - prosegue Ricca - e se così dovesse essere, vista la relazione dell’Asl, occorre trattarlo come un locale pericoloso e quindi sgomberarlo. Abbiamo anche chiesto un verbale per capire quali siano stati i termini della riconsegna, così da poter andare a fare delle valutazioni successive. La scelta dell’amministrazione è stata forte e guarda a un futuro che ci lascia un po’ di interrogativi".

"Chi interviene finanziariamente?"

 

 

"Il regolamento dei beni comuni prevede che il comune non possa mettere un euro all’interno di quella struttura - conclude Ricca - Vogliamo capire chi metterà i soldi per far ristrutturare l'immobile".


"Se ancora occupato sgombero immediato"

Sul sospetto che gli occupanti siano ancora all'interno Ricca aggiunge: "Sono stati loro stessi a confermare nei giorni scorsi che continueranno a presidiare. Non vorremmo che il sopralluogo di oggi sia saltato anche per queste motivazioni."

"Se dovessimo appurare che ci sono ancora persone all'interno, che hanno tradito un accordo dopo un verbale di riconsegna - conclude Ricca - chiederemo lo sgombero immediato con la pubblica forza, anche per la sicurezza delle persone che sono dentro."




Daniele Caponnetto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium