/ Politica

Politica | 25 febbraio 2024, 15:22

Preioni (Lega): "Defibrillatori nei rifugi e negli enti pubblici. Da sempre attenta alla montagna"

Il capogruppo della Lega in Consiglio regionale: “Doveroso trovare strumenti salvavita laddove gli ospedali sono distanti. Partito avviso per raccogliere l’interesse delle Unioni montane”

Preioni (Lega): "Defibrillatori nei rifugi e negli enti pubblici. Da sempre attenta alla montagna"

“Un’altra prova di attenzione per i territori più isolati del nostro Piemonte: in montagna i rifugi e gli edifici pubblici saranno dotati di defibrillatori, per poter salvare la vita a chi dovesse averne bisogno in quelle zone”. Lo dichiara Alberto Preioni, capogruppo della Lega in Consiglio regionale, che spiega: “Il Piemonte, con il fondo per lo sviluppo delle montagne, ha infatti lanciato una avviso alle Unioni montane per la raccolta di manifestazioni d’interesse per l’installazione di defibrillatori nei rifugi alpini ed escursionistici, nelle sedi degli enti pubblici e in altri locali aperti al pubblico del territorio”.

Ma non è solo l’assessore alla Montagna, il leghista Fabio Carosso, ad aver voluto questa iniziativa, “anche l’assessore alla Sanità Luigi Icardi, sempre del nostro partito, con Azienda Zero ha contribuito attivamente alla predisposizione del bando: i defibrillatori sono uno strumento salvavita fondamentale ed è logico e doveroso trovarli laddove spesso l’attività fisica è più frequente e gli ospedali sono distanti”, aggiunge Preioni.

Ora è partito l’avviso esplorativo, in modo che le Unioni montane possano rapidamente segnalare le necessità, così da arrivare in tempi brevi all’acquisto degli strumenti.

La morte cardiaca improvvisa rappresenta circa il 10% dei decessi totali in Italia e più del 60% delle morti improvvise nella popolazione sotto ai 40 anni. I defibrillatori potranno essere installati nei rifugi alpini e nei rifugi escursionistici gestiti, nelle sedi delle pubbliche amministrazioni ed in altri locali aperti al pubblico. Le manifestazioni di interesse dovranno essere inviate all’indirizzo: montagna@cert.regione.piemonte.it

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium