Attualità | 28 febbraio 2024, 17:27

"Via i militari da Barriera": sabato protesta dei centri sociali. Forza Italia: "Lo Russo prenda le distanze"

Appuntamento alle 14.30 del 2 marzo in corso Palermo

"Via i militari da Barriera": sabato protesta dei centri sociali. Forza Italia sulle barricate

"Via i militari da Barriera": sabato protesta dei centri sociali. Forza Italia sulle barricate

Dallo scorso 22 gennaio i militari presidiano Barriera di Milano. Dalle 7 di mattina alle 19 di sera 42 uomini e donne dell'esercito italiano, sui quartieri dell'area di Torino nord, con l'obiettivo di affiancare gli agenti ai pattugliamenti già presenti sul territorio. Un provvedimento fortemente voluto dal governo Meloni per garantire più sicurezza. 

"Via i militari" 

Sabato però i centri sociali scenderanno in strada per "cacciare" i militari. L'appuntamento con il presidio, l'assemblea e musica è fissato il 2 marzo alle 14.30 in corso Palermo angolo via Sesia. "In Barriera - si legge sul volantino affisso per le strade - crescono gli sfratti. Il lavoro - se c'è - è pericoloso, precario e malpagato".

"La sicurezza - aggiungono - è casa, reddito e sanità per tutti e tutte. Non soldati per le strade".

Forza Italia sulle barricate 

A salire sulle barricate contro la protesta è Forza Italia. "Il sindaco Lo Russo - commentano il segretario di Forza Italia a Torino Marco Fontana e il responsabile cittadino azzurro della sicurezza Raffaele Petrarulo - prenda le distanze dalla manifestazione di anarchici contro i militari in Barriera".

"Dopo la legalizzazione di Askatasuna - proseguono gli azzurri - è una pretesa legittima". 

"Un primo cittadino deve stare dalla parte dello Stato e non a chi fa dell’eversione e della violenza il proprio modus operandi. Lo Russo resterà nella storia di Torino come il sindaco che ha tentato di contrabbandare l’illegalità come antifascismo. Barriera necessita di quei presidi per il lassismo e lasciar fare di decenni di sinistre" concludono Fontana e Petrarulo.

Cinzia Gatti

Leggi tutte le notizie di NUOVE NOTE ›

Federica Monello

Giornalista pubblicista, ascoltatrice vorace di musica, amante di tutto ciò che è cultura. Nasco e cresco in Sicilia dove da studentessa di Lettere Moderne muovo i primi passi nel giornalismo, dopo poco unisco la scrittura alla passione per la musica. Giungo ai piedi delle Alpi per diventare dottoressa in Comunicazione e Culture dei media e raccontare di storie di musica, versi, suoni e passioni.

Nuove Note
Nuove Note è la rubrica che ogni settimana ti fa conoscere un nuovo progetto musicale emergente nato tra la Mole Antonelliana e un pentagramma, tra i boschi piemontesi e una sala prove casalinga, tra uno studio di registrazione e i chilometri che lo separano da un paesino in provincia. Nuove Note ti racconta le storie e la musica gli artisti più interessanti della scena musicale piemontese.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium