/ Attualità

Attualità | 29 febbraio 2024, 14:00

Tagli sui soggiorni estivi dei disabili, il Comune replica: "Puntiamo a portare più ragazzi in vacanza"

Rosatelli chiarisce poi come nel 2023 solo il 18% dei beneficiari abbia scelto i 15 giorni: "Aperti al dialogo"

Rosatelli chiarisce poi come nel 2023 solo il 18% dei beneficiari abbia scelto i 15 giorni: "Aperti al dialogo"

Rosatelli chiarisce poi come nel 2023 solo il 18% dei beneficiari abbia scelto i 15 giorni: "Aperti al dialogo"

Al mare, in montagna, nelle città d’arte o in campagna. Per il 2024 il Comune di Torino punta ad aumentare il numero di adesioni ai soggiorni estivi delle persone con disabilità. A chiarirlo è l’assessore alle Politiche Sociali Jacopo Rosatelli, che risponde così alle problematiche emerse nelle ultime ore.

Iannò: "Taglio sulla pelle dei più fragili"

Un gruppo di genitori e parenti di ragazzi/e disabili ha infatti denunciato come la Città abbia deciso di ridurre la durata massima della vacanza da 14 a 10 giorni. “Un taglio sulla pelle dei più fragili” lo definisce il capogruppo di Torino Libero Pensiero Pino Iannò, che annuncia di aver presentato questa mattina un’interpellanza urgente sull’argomento.

“Ho chiesto – spiega l’esponente della minoranza - quale sarà il risparmio effettivo per l’Amministrazione comunale. Forse per “pochi spiccioli” colpiamo la dignità dei più fragili, per penalizzare una fascia di popolazione già in condizioni delicate”.

La maggioranza sceglie 7 o 10 giorni

Parole a cui replica Rosatelli. La decisione di ridurre i giorni, spiega, “è maturata dal fatto che soltanto il 18% dei beneficiari complessivi, lo scorso anno, aveva beneficiato del soggiorno per l’intera durata, mentre gli altri avevano soggiornato per 7 o 10 giorni”.

Confermato investimento

La diminuzione avrebbe così consentito a più persone di usufruire dei soggiorni, grazie anche ad un crescente interesse, che all’aumento del numero dei servizi per la disabilità accreditati. Sull’ampliamento della durata l’assessore fornisce comunque un’apertura.  “L’amministrazione – spiega - si riserva in ogni caso di mantenere la durata dei 14 giorni, qualora il numero di adesioni e l’entità del preventivo di spesa lo permettano”.

Per il 2024 il Comune, in collaborazione con le Circoscrizioni, ha avviato le procedure amministrative necessarie per l’organizzazione dei soggiorni estivi rivolti alle persone con disabilità. Anche per quest’anno la Città ha già confermato lo stesso investimento previsto nel 2023 ovvero 1.825.000 euro (a fronte di 1.708.000 dell’anno precedente e di 1.656.000 del 2019).

Nel 2023 hanno partecipato ai soggiorni 1.108 persone, in aumento dalle 1.037 del 2022.

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium