/ Attualità

Attualità | 04 marzo 2024, 15:55

Maltempo: i Murazzi ancora chiusi in attesa del ritiro della piena

Dopo le operazioni di pulizia saranno riaperti. Il Po esondato anche nei pressi del ponte Isabella. La situazione in provincia di Torino

Murazzi ancora chiusi in attesa del ritiro della piena

Murazzi ancora chiusi in attesa del ritiro della piena

Come da previsioni, anche se questa mattina le condizioni meteorologiche a Torino sono migliorate, la piena del fiume Po ha raggiunto i Murazzi, dove l’acqua ha lambito la banchina con una lieve esondazione d'acqua.

L’accesso ai Murazzi oggi continuerà ad essere interdetto, in attesa che le acque del fiume si ritirino e vengano avviate le operazioni di pulizia e di rimozione del limo dalle superfici, consentendo ai cittadini di poter nuovamente accedere e fruire di queste aree in sicurezza.

Gli altri punti di esondazione

Nel resto del tratto cittadino il fiume Po è esondato nei pressi del ponte Isabella, nella sponda destra, in un tratto già interdetto al transito ciclo-pedonale. 

I prossimi giorni 

La situazione continua ad essere costantemente monitorata dalla Protezione Civile. Secondo le previsioni, dopo l’attenuazione nella giornata odierna i fenomeni dovrebbero riprendere martedì con intensità inferiori a quelle dei giorni scorsi.

La situazione in provincia

Ancora pesanti le conseguenze del maltempo delle ultime 48 ore sulla viabilità provinciale. La notte scorsa e in mattinata i cantonieri e tutto il personale del Dipartimento Viabilità e Trasporti della Città metropolitana di Torino sono stati impegnati nel monitoraggio delle strade e negli interventi a seguito di movimenti franosi e della formazione di buche nel manto stradale. La caduta di alberi appesantiti dalla neve ha causato brevi interruzioni della circolazione in alcune strade di montagna, dovute alla necessità di segare i tronchi e i rami che ostruivano le carreggiate. 

Ad esempio si è dovuto intervenire sulla Provinciale 197 a Mompellato di Rubiana e sulla 23 del Sestriere a Mentoulles di Fenestrelle e nel tratto che da Cesana sale a Sestriere. Fondamentale la collaborazione tra il personale della Città metropolitana, i Vigili del Fuoco, le Polizie Municipali e i Carabinieri. Anche nelle Valli del Canavese e in quelle di Lanzo lo sgombero della neve, il taglio di rami e il monitoraggio delle situazioni di potenziale rischio hanno impegnato a fondo il personale della Città metropolitana. Nel Ciriacese, nei Comuni della Collina Torinese e Chierese e nelle zone pianeggianti del Canavese, del Chierese, del Carmagnolese e del Pinerolese le emergenze affrontate e da affrontare sono la formazione di buche e i movimenti franosi, in corso o potenziali.

Questo il quadro delle chiusure stradali ancora in vigore:

 

- a Gassino in località Bussolino Alto rimane chiusa per frana la diramazione 1 della Strada Provinciale 97, dal km 0+800 al km 0+900

- la Provinciale 64 è chiusa a Traversella a partire dal km 19+300 ed è percorribile solo dai mezzi di soccorso

- la Provinciale 48 a Valprato Soana è interamente chiusa ed è percorribile solo dai mezzi di soccorso e dai residenti in zona

- la Provinciale 50 del Colle del Nivolet è chiusa dal km 0 a Ceresole Reale

- rimane chiusa per una frana la Provinciale 117 a Baldissero dal km 4+030 al km 4+300

- rimane chiusa la Provinciale 247 a Corio, per una frana al km 1+150. La strada è percorribile a senso unico alternato solo dai residenti in zona e con monitoraggio in atto da parte dei Vigili del Fuoco.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium