/ Cronaca

Cronaca | 04 marzo 2024, 07:13

Il carico di contrabbando finisce "in fumo": la Finanza sequestra 228 chili di melassa da narghilè

Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno arrestato due persone nel quartiere di Barriera di Milano. Il prodotto era privo di indicazioni e poteva anche essere pericoloso

melassa da narghilè sequestrata

Gli uomini della Finanza hanno sequestrato 228 chili di melassa da narghilè di contrabbando

La Guardia di Finanza di Torino ha sequestrato 228 chili di melassa da narghilè di contrabbando. Due le persone arrestate, nella zona di Barriera di Milano. La sostanza era destinata ai numerosi circoli privati presenti in città, detti anche “shisha bar” e frequentati soprattutto da stranieri.
Essendo priva delle indicazioni relative agli effetti nocivi per la salute, la salute, la melassa sequestrata risulta particolarmente insidiosa: il suo consumo mediante narghilè, infatti, spesso viene percepito come meno pericoloso rispetto ad altri prodotti da fumo, al punto da attrarre anche non fumatori. La sostanza è composta, infatti, da numerosi ingredienti tendenzialmente a base di frutta trattati con alte quantità di sostanze zuccherine oltre a una piccola percentuale di tabacco, che inducono, inevitabilmente, effetti nocivi per i polmoni.

I due arrestati sono stati sorpresi mentre trasportavano numerosi scatoloni provenienti da Paesi del Medio Oriente asiatico e privi delle indicazioni imposte per legge, comprese quelle dei Monopoli di Stato. Il prodotto era contenuto a bordo di un veicolo station wagon, notato mentre viaggiava con un assetto insolitamente ribassato, dimostrando la presenza di un carico particolarmente pesante.

Fermati per un controllo, gli uomini sono così stati trovati in possesso di melassa da narghilè di contrabbando. Su mercato, il prodotto avrebbe fruttato ai contrabbandieri un profitto illecito superiore a 30mila euro, comprensivo dell’accisa evasa, pari a oltre 17mila euro.

I due sono stati arrestati e rischiano la reclusione da 2 a 5 anni.

Negli ultimi mesi infatti, sono stati già individuati, sempre dai “Baschi Verdi”, altri 168 chili di melassa per narghilè di contrabbando, in distinti interventi operati a “Barriera di Milano”, “Porta Palazzo” e “Lingotto”. Ne sono conseguite multe per undici persone, soprattutto esercenti di “shisha bar, mentre altri tre sono stati denunciati. Nei confronti di un esercizio di “Barriera di Milano”, inoltre, è stata applicata la sanzione accessoria della sospensione della licenza per 22 giorni. 

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium