/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2024, 11:10

Il Giro a Superga nel giorno degli Invincibili. Lo Russo: "Bellissimo messaggio di sport”. Ma i tifosi chiedono di cambiare il percorso

Il primo cittadino commenta la concomitanza dei due eventi. Da un lato la prima tappa, dall’altra il 75° dalla tragedia del Grande Torino. Cirio: “Passaggio rispettoso del luogo e della giornata. Quel giorno saremo tutti un po’ granata"

Il Giro a Superga. Lo Russo: "Bellissimo messaggio di sport”. Ma i tifosi chiedono di cambiare il percorso

Il Giro a Superga. Lo Russo: "Bellissimo messaggio di sport”. Ma i tifosi chiedono di cambiare il percorso

Nelle stesse ore in cui alla Reggia di Venaria venivano forniti gli ultimi dettagli della tappa di partenza del Giro 2024, una missiva a firma dei Resistenti Granata contestava la scelta di effettuare il passaggio a Superga, nel giorno del 75° anniversario della tragedia, per consentire ai migliaia di tifosi del Toro che ogni 4 maggio salgono al Colle di non avere impedimenti di sorta, tra deviazioni di strade e limitazioni alla circolazione. 

"Premesso che non riteniamo la kermesse festante del Giro d'Italia il modo migliore per ricordare che 75 anni anni fa si consumò sul colle di Superga una tragedia che si portò via 31 vite, lasciando nella disperazione mogli, figli, genitori e l'Italia intera, riteniamo che il 4 Maggio la Basilica debba essere raggiungibile da tutti i tifosi che desiderino onorare gli INVINCIBILI, come sempre accaduto", così si legge nella lettera del gruppo dei Resistenti Granata 1906.

I problemi legati alla viabilità

L’oggetto della contestazione riguarda, non solo, ma soprattutto la viabilità.

"Visionando sul sito del Giro d'Italia - si legge nel prosieguo della missiva - il percorso previsto per la tappa Venaria – Torino, si evince che risulteranno chiuse al traffico, o non attraversabili, praticamente tutte le strade di avvicinamento a Superga, sia da Torino (corso Moncalieri, corso Casale) che da tutti i Comuni della cintura (Pino T.se, Chieri, Trofarello, Moncalieri, San Mauro). Anche se la Strada Superga resterà aperta al traffico, non sarà comunque possibile, arrivati al Colle, proseguire per posteggiare le auto, essendo chiuse sia la strada per Baldissero che la via Dei Colli (Panoramica)".

E viene sottolineato anche come pure "la Dentera, con una capienza massima di circa 200 persone, non sarà in grado di garantire la salita dei tifosi alla Basilica che dovranno, presumibilmente, condividere i pochi posti disponibili anche con gli appassionati di ciclismo”. 

La richiesta di cambiare percorso

"Vi chiediamo pertanto, al fine di evitare possibili serie problematiche, anche di ordine pubblico, di richiedere agli organizzatori del Giro d'Italia di modificare il percorso della tappa del 4 maggio”.  È questa la richiesta avanzata, tra gli altri, al sindaco di Torino Stefano Lo Russo e al presidente della Regione Alberto Cirio, in quel momento seduti al tavolo dei relatori durante la conferenza alla Reggia di Venaria. I due, a margine dell’incontro, hanno sottolineato l’importanza anche simbolica del passaggio del Giro proprio in occasione della ricorrenza.

Lo Russo: "Legare il Giro al Grande Torino"

"La data scelta non è casuale - ha commentato il sindaco di Torino Stefano Lo Russo - Questo filo che coniuga e congiunge il Giro, la manifestazione che accende le passioni degli italiani, nel ricordo della tragedia di Superga è un bellissimo messaggio di sport, perché dietro questa ricorrenza ci sono i valori profondi che quella squadra incarnava, in un momento difficile della storia del nostro Paese. Ovvero quello della ripartenza dopo la Seconda Guerra Mondiale. Una squadra di Campionisssimi la cui traiettoria sportiva è stata tragicamente interrotta e che ha rappresentato per milioni di italiani, non solo tifosi granata, il simbolo della rinascita e della speranza".

"In questo filo conduttore - ha proseguito Lo Russo - il fatto che il Giro parta proprio il 4 maggio, è motivo per noi di soddisfazione perché questo momento che lega il Grande Torino alla corsa Rosa è un elemento che fa dei valori dello sport, della lealtà e dello spirito di sacrificio, una cifra caratterizzante che è nelle corde della Città di Torino.”

Cirio: "Giusto il rispetto per il 4 Maggio"

“Sarà una data particolare per il Piemonte - ha poi dichiarato il presidente della Regione Alberto Cirio a margine della presentazione presso la Reggia - c’è la partenza della Venaria-Torino, ma c’è anche e soprattutto il passaggio della carovana a Superga, che sarà molto rispettoso del luogo e di quella giornata, di cui mi onoro di partecipare da sempre in rappresentanza della Regione. Quella è la giornata in cui siamo tutti granata, daremo un omaggio a quello che è stato il Grande Torino”.

Daniele Caponnetto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium