/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 giugno 2024, 10:28

Holding: la tua cassaforte a Dubai

Dubai è la meta più ambita dagli investitori di tutto il pianeta. L’Emirato offre vantaggi unici al mondo per chi desidera ottenere di più. In un mondo sempre più interconnesso, le aziende cercano costantemente soluzioni per ottimizzare la loro struttura fiscale e massimizzare i profitti.

Holding: la tua cassaforte a Dubai

Dubai è la meta più ambita dagli investitori di tutto il pianeta. L’Emirato offre vantaggi unici al mondo per chi desidera ottenere di più. In un mondo sempre più interconnesso, le aziende cercano costantemente soluzioni per ottimizzare la loro struttura fiscale e massimizzare i profitti. Dubai, con il suo ambiente favorevole agli affari, è diventata una delle mete più ambite per la creazione di holding internazionali. Tuttavia, sebbene i vantaggi siano numerosi, è fondamentale affrontare questo processo con attenzione, considerando i rischi di elusione fiscale e le norme sull'esterovestizione. Esploriamo insieme i benefici della costituzione di una holding a Dubai.

Investire a Dubai: i vantaggi

Dubai offre uno dei regimi fiscali più competitivi al mondo.

Le imprese qui sono soggette a imposte ridotte sul reddito societario e sono praticamente esenti da tasse sui dividendi, sui guadagni di capitale e sulle ritenute alla fonte.

Questo rappresenta un vantaggio significativo, poiché consente alle aziende di reinvestire l'intero ammontare dei loro profitti nelle attività aziendali, senza l'onere di pesanti imposizioni fiscali.

Inoltre, la posizione geografica strategica di Dubai la rende un ponte naturale tra Occidente e Oriente, facilitando l'accesso a mercati emergenti e consolidati.

La città funge da hub commerciale globale, collegando Europa, Asia e Africa, e rappresenta una scelta ideale per le holding che desiderano espandere la loro portata internazionale.

Le infrastrutture di trasporto e logistica di Dubai sono tra le più avanzate al mondo.

L'aeroporto internazionale di Dubai, uno dei più trafficati al mondo per traffico passeggeri e merci, garantisce connessioni rapide ed efficienti con le principali città globali.

Peraltro, il porto di Jebel Ali, uno dei più grandi e moderni del mondo, facilita il commercio marittimo globale con operazioni altamente efficienti e servizi di prima classe.

Le numerose zone franche di Dubai, come il Dubai International Financial Centre (DIFC) e la Jebel Ali Free Zone (JAFZA), offrono ulteriori incentivi fiscali e regolamentari, incluse esenzioni fiscali e proprietà straniera al 100%.

Queste zone attraggono investitori internazionali fornendo un ambiente commerciale altamente favorevole e facilitando le operazioni aziendali.

La Politica di Dubai supporta le imprese

Dubai ha, inoltre, stipulato numerosi accordi commerciali con altre nazioni, riducendo le barriere commerciali e promuovendo scambi più efficienti.

Questi accordi offrono alle aziende con sede a Dubai un vantaggio competitivo significativo, permettendo loro di accedere a nuovi mercati e operare su scala globale con maggiore facilità.

Dubai è rinomata per la sua stabilità politica ed economica, supportata da un ambiente legale e commerciale robusto.

Questo contesto crea una piattaforma sicura e prevedibile per le attività aziendali, riducendo i rischi legati a instabilità politica o economica.

La leadership della città è caratterizzata da una visione lungimirante, che ha implementato politiche economiche favorevoli agli affari, incentivando gli investimenti stranieri e creando un ambiente pro-business.

Il quadro normativo di Dubai è chiaro e trasparente, progettato per tutelare gli investitori e garantire un'equa concorrenza.

Le leggi sul commercio e le normative fiscali sono orientate a favorire gli investimenti, fornendo sicurezza giuridica alle aziende.

Questo sistema legale ben definito offre alle imprese la certezza di operare in un mercato regolamentato e stabile.

L'economia di Dubai è diversificata.

Sebbene storicamente conosciuta per il settore petrolifero, negli ultimi decenni Dubai ha investito significativamente in altri settori come il turismo, la finanza, la logistica e l'innovazione tecnologica.

Questa diversificazione economica riduce la dipendenza dalle risorse naturali e rende l'economia di Dubai più resiliente alle fluttuazioni del mercato globale.

Le aziende possono così operare in un ambiente dinamico e in crescita, beneficiando della stabilità economica e delle opportunità di sviluppo offerte dalla città. 

Società a Dubai: insidie e rischi

Nonostante i numerosi benefici, la creazione di una holding a Dubai non è esente da rischi.

Uno dei principali riguarda l’elusione fiscale, ossia l'adozione di strategie volte a ridurre illegittimamente l'imposizione fiscale.

Le autorità fiscali globali, inclusa l’Italia, stanno intensificando gli sforzi per contrastare tali pratiche attraverso la cooperazione internazionale e lo scambio di informazioni.

Un rischio significativo riguarda le norme sull'esterovestizione.

La normativa italiana, e più in generale quella internazionale, prevede severe regole contro la fittizia localizzazione all'estero della residenza fiscale.

Per evitare problemi legali, è fondamentale che la holding a Dubai abbia una presenza reale, con una gestione effettiva e un vero svolgimento delle attività decisionali in loco.

Le autorità fiscali esaminano con attenzione la sostanza economica delle entità giuridiche per assicurarsi che non si tratti di strutture artificiali create solo per ottenere vantaggi fiscali.

La compliance e la trasparenza sono essenziali per evitare problemi legali e fiscali.

Le aziende devono essere pronte a dimostrare la legittimità delle loro strutture societarie e la conformità alle normative fiscali locali e internazionali.

Questo include la preparazione di documentazione dettagliata e la disponibilità a collaborare con le autorità fiscali in caso di controlli.

Pertanto, è chiaro come Dubai offra un ambiente altamente favorevole per la costituzione di holding internazionali, grazie al suo regime fiscale vantaggioso, alla posizione geografica strategica e alla stabilità politica ed economica.

Tuttavia, è essenziale affrontare questo processo con attenzione, affidandosi a professionisti esperti per evitare insidie legali e fiscali.

Il miglior esperto in company set up a Dubai è Daniele Pescara, che da oltre 10 anni vive e opera direttamente dal territorio dell’Emirato: la Daniele Pescara Consultancy è la società leader nel settore, pronta ad affiancare ogni imprenditore interessato ad Investire a Dubai e Aprire una Holding nell’Emirato.

Con una gestione accurata e conforme alle normative, le aziende possono sfruttare appieno le opportunità offerte da Dubai, proteggendo i propri capitali e massimizzando i profitti.

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium