Eventi - 06 settembre 2018, 09:53

Vol.To partecipa all'assemblea di inizio anno delle figlie di Maria Ausiliatrice

Appuntamento sabato 8 settembre dalle 9 alle 13 in piazza Maria Ausiliatrice

Vol.To partecipa all'assemblea di inizio anno delle figlie di Maria Ausiliatrice

Ci sarà anche di Vol.To - Volontariato Torino tra le Associazioni che partecipano all’assemblea di apertura dell’anno scolastico e pastorale delle Figlie di Maria Ausiliatrice (suore salesiane di don Bosco) del Piemonte e della Valle d’Aosta, in programma sabato 8 settembre dalle 9 alle 13 in piazza Maria Ausiliatrice 35 a Torino.

Vol.To illustrerà le concrete possibilità di Volontariato e di Servizio Civile da proporre ai destinatari delle scuole, dei centri di formazione professionale, degli oratori e dei centri giovanili, nonché alle loro famiglie e agli insegnanti. Tramite lo sportello Giove (Giovani, Volontariato, Europa), inoltre, Vol.To proporrà progetti Europei di Erasmus, SVE e Servizio Civile Universale.  

All’assemblea parteciperanno tutte le Direttrici, le Comunità religiose, i Dirigenti Scolastici, una delegazione di docenti e di educatori delle opere e delle Associazioni presenti nelle 40 case delle Figlie di Maria Ausiliatrice in Piemonte ed in Valle d’Aosta:

·         13 centri di formazione professionale (CIOFS FP Piemonte) e 3 scuole seconda riedi secondo grado frequentati da 2.000 adolescenti della fascia 14/19 anni;

·         13 scuole primarie e secondarie di primo grado frequentati da 3.890 minori dai 6 ai 14 anni;

·         22 scuole dell’infanzia frequentate da 2.270 bambini della fascia 3/5 anni;

·         8 oratori centri-giovanili frequentati da 1.340 bambini, preadolescenti e adolescenti della fascia 6/19 anni.

L’Assemblea ha come obiettivo il lancio del tema del prossimo anno “Io sono una missione”, sintetizzato dall’hashtag #perlavitadegliatri. Nell’anno dedicato al Sinodo sui giovani, il tema si propone di formarli ad una spiritualità del servizio responsabile, attraverso la quale, fin a partire dall’età dell’infanzia e della fanciullezza, ognuno si senta proiettato verso l’altro nella solidarietà, inserendosi nell’ottica di una comunità ecclesiale “in uscita”, aperta verso chiunque abbia bisogno di attenzione e di sostegno.

L’intento degli educatori è duplice: mettersi in ascolto delle necessità dei giovani e coinvolgerli nella missione di aiutare il prossimo trovando nell’apertura agli altri la loro vera identità ed il loro posto di cittadini attivi nella società.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU